Entro il 2040, almeno il 40% della potenza mondiale arriverà dalle rinnovabili

Entro il 2040, almeno il 40% della potenza mondiale arriverà dalle rinnovabili

L’esplosiva crescita delle energie rinnovabili nell’ultimo decennio ha scosso l’industria energetica. Mentre i costi del solare e dell’eolico continuano a diminuire e si riducono i colli di bottiglia del mercato come ad esempio la capacità di stoccaggio, l’Agenzia internazionale dell’energia prevede che entro il 2040 l’energia rinnovabile costituirà il 40% della produzione mondiale di energia. Nei prossimi cinque anni, quindi, la quota di elettricità generata da fonti rinnovabili in tutto il mondo è destinata a crescere più velocemente di qualsiasi altra fonte.

Qualche settimana fa, Thomson Reuters ha pubblicato la sua lista dell’”Energy 100″, che valuta le aziende del settore (sia tradizionali che rinnovabili) sulla base di otto criteri, tra cui innovazione, impatto ambientale, responsabilità sociale e gestione del rischio. Le società top vanno “oltre il bilancio”: secondo il rapporto, oltre a solidi dati finanziari, queste aziende sono riuscite a creare programmi avanzati di sostenibilità, hanno sviluppato tecnologie innovative e hanno portato beneficio alle comunità vicine.

Thomson Reuters ha estratto un sotto elenco da quello principale prendendo in considerazione le prime 25 aziende di energia rinnovabile, che sono generalmente più piccole e più giovani dei giganti energetici. Otto di loro hanno sede in Cina, Hong Kong o Taiwan.

Ecco le 13 aziende top nel mondo legate all’energia rinnovabile:

1) la Canadian Solar Inc è una delle tre più grandi compagnie solari nel mondo per fatturato

Con sede a Toronto, la Canadian Solar ha sviluppato pannelli solari ad alta efficienza che, secondo la stessa azienda, hanno una tecnologia più affidabile di quella sviluppata da qualsiasi altro concorrente e funzionano in relazione ad una gamma più ampia di temperature.

Secondo il più recente Rapporto di sostenibilità della società, a partire dal 2012, Canadian Solar ha ridotto la quantità di anidride carbonica emessa per ogni megawatt di elettricità generata del 42% .

Canadian Solar ha anche in corso un’iniziativa per sostituire le lampade a cherosene nell’Africa sub-sahariana con luci ad energia solare e ha donato pannelli solari per eliminare gradualmente l’uso del diesel al Parco Nazionale Virunga in Ruanda, un sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dove vivono diversi esemplari di gorilla di montagna, specie attualmente in via di estinzione.

2) la CropEnergies AG è la principale produttrice europea di biocarburanti prodotti in modo sostenibile

La CropEnergies ha sede a Mannheim, in Germania, e produce carburanti da colture rinnovabili. Questi biocarburanti, come il bioetanolo, emettono meno anidride carbonica rispetto a benzina o diesel.

Secondo i documenti dell’azienda, CropEnergies ha avuto un 2017 da urlo, aumentando le entrate del 31%.

Fonte: Business Insider

Data: Dicembre 2017

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
fotovoltaicoindustriarinnovabilisolaretecnologia

Articoli correlati

Il nucleare britannico e il via libera al super-incentivo

La Commissione europea ha autorizzato i sussidi decisi dal Governo britannico per la nuova centrale nucleare di Hinkley Point. Sarà

Non guardare ora, ma i prezzi del petrolio stanno salendo

I prezzi del greggio, che hanno raggiunto il loro picco nell’estate del 2014, stanno ora calando. La scorsa settimana i

100 modi per dire energia in italiano

La sfida dei mutamenti climatici che convoca a Parigi, per la Cop21, il mondo intero, non è solo una sfida