L’allineamento delle politiche per un’economia a basse emissioni di carbonio

Far fronte al cambiamento climatico richiede un’urgente azione pubblica per guidare una trasformazione senza precedenti delle infrastrutture e della tecnologia a livello mondiale.

Un maggior numero di Paesi sta attuando politiche climatiche fondamentali: attribuzione di un prezzo al carbonio e strumenti basati sul mercato, interventi normativi e sostegno mirato all’innovazione nelle tecnologie sostenibili a basso contenuto di carbonio. Tuttavia, le emissioni globali di gas serra sono aumentate rapidamente e non sono ancora diminuite abbastanza da evitare gravi e irreversibili impatti sul clima.

Il rapporto dell’OECD “Aligning Policies for a Low-carbon Economy” presenta la prima ampia diagnosi delle incoerenze con gli obiettivi climatici in aree essenziali per la transizione verso un’economia a basso contenuto di carbonio. Il rapporto richiama l’attenzione su numerose contraddizioni in settori dell’azione pubblica quali la finanza, la tassazione, le politiche commerciali, l’innovazione e l’adattamento al cambiamento climatico, nonché in tre specifici settori come l’elettricità, la mobilità urbana e l’utilizzo dei terreni.


Tags assigned to this article:
cambiamento climaticocombustibili fossilivideo

Articoli correlati

Perché l’Artico è il primo segnale di allarme del clima

L’Artico può sembrare un ambiente congelato e desolato in cui non cambia mai niente. Ma il clima di questa regione

Auto e camion bruciano quasi la metà dell’olio di palma utilizzato in Europa

Una analisi apparsa in uno studio della Commissione europea ha rivelato che l’impatto sul clima del biodiesel ricavato dall’olio di

Overshoot Day:  5 giorni prima rispetto al 2015 abbiamo esaurito le risorse ecologiche per il 2016

di Luca Mercalli Mentre l’economia globale, la popolazione, l’estrazione di risorse naturali e l’inquinamento crescono, le dimensioni della Terra rimangono