Centrali a carbone: sono più quelle che si chiudono rispetto alle nuove che entrano in funzione

Centrali a carbone: sono più quelle che si chiudono rispetto alle nuove che entrano in funzione

Il boom del carbone globale ha iniziato a rallentare, un nuovo rapporto di Action Sierra Club intitolato: “Boom and Bust: Tracking the Global Coal Plant Pipeline” riporta che attualmente sono più i progetti di nuovi impianti che vengono accantonati rispetto a quelli completati.

Il numero di progetti di centrali di carbone annullati in tutto il mondo ha superato quelli portati a termine, con un tasso di due a uno dal 2010. E’ quanto riportano Sierra Club e CoalSwarm, due gruppi che stanno monitorando dal 1° gennaio 2010 l’andamento di 3.900 impianti.

Secondo i dati del World Resources Institute, nel 2012 erano in progetto 1.199 nuove centrali elettriche a carbone, con una capacità totale di 1.401 gigawatt. I nuovi dati indicano che nel 2014 il numero di progetti si è ridotto del 23 %, per un totale di 1.083 gigawatt di nuova capacità di impianti a carbone.

Screen Shot 2015-03-16 At 10.57.25

Confronto tra i dati del  2012  del WRI e i dati del 2014  del Global Coal Plant Tracker.
Fonte: Boom and Bust: Tracking the Global Coal Plant Pipeline

Tra il 2010 e il 2014, secondo Sierra Club e CoalSwarm, sono stati completati 356 gigawatt di nuova capacità da centrali elettriche a carbone, mentre 493 gigawatt (per 624 centrali elettriche) sono stati archiviati.

Screen Shot 2015-03-16 At 13.01.09

Nuova capacità di generazione elettrica di impianti a carbone. Dati a livello mondiale tra il 1980-1993.
Fonte: Platts WEPP Gennaio 2015 e CoalSwarm analisi

Screen Shot 2015-03-16 At 10.57.44

I primi 20 paesi dove sono stati realizzati impianti a carbone.
Fonte: Global Coal Plant Tracker, Gennaio 2015

Fonte: The Carbon Brief

Data: Marzo 2015

Leggi l’articolo in inglese

Scarica il report

Leggi anche Rio Tinto licenzia il capo del settore energia. Lavori in corso per l’uscita dal carbone?


Tags assigned to this article:
carbone

Articoli correlati

Edoardo Garrone e la storia di Erg. Passare dal petrolio alle rinnovabili è possibile

Edoardo Garrone è il presidente di Erg, la multinazionale che in 80 anni di storia è passata dalla raffinazione del

L’enciclica di Bergoglio sull’ambiente «Conversione ecologica universale»

«Noi non siamo Dio. La terra ci precede e ci è stata data». Papa Francesco parla della «crisi» attuale e

Le rivelazioni scomode di Greenpeace: ricercatori universitari disposti a farsi lusingare dalle compagnie del carbone e del petrolio in cambio di soldi

Dal nostro corrispondente Eric J. Lyman (@EricJLyman) PARIGI – Una ricerca condotta da Greenpeace ha portato alla luce quello che