Come leggere le etichette energetiche per elettrodomestici

Come leggere le etichette energetiche per elettrodomestici

Dalla redazione di Canale Energia, articolo scritto da Marianna Palumbo

Leggere le etichette energetiche degli elettrodomestici è un ottimo modo per valutare i consumi e la resa energetica. Le etichette energetiche per elettrodomestici contengono infatti tutte le informazioni necessarie per valutare l’efficienza energetica dei prodotti in vendita e fare una stima dei consumi futuri. Il loro ingresso sul mercato italiano risale al 1995, quando le Istituzioni europee decisero di fornire ai consumatore delle informazioni chiare e trasparenti in merito ai consumi e alla resa energetica degli apparecchi in commercio. Fornire ai cittadini gli strumenti necessari per compiere delle scelte consapevoli e in linea con le nuove esigenze e problematiche ambientali è la motivazione che ha animato molti provvedimenti e iniziative. Basti pensare all’Ecobonus energia o a tutti gli incentivi per le imprese e i privati che scelgono di sfruttare le risorse rinnovabili.

Sono tutti interventi mirati a conciliare il bisogno di risparmiare con una maggiore tutela dell’ambiente e delle sue preziose risorse. Anche la ERP, ovvero la Energy Related Product, la normativa europea per i costruttori edili e le aziende produttrici di elettrodomestici emanata nel 2013 segue la stessa logica. Il suo scopo è infatti creare un sistema normativo unico che possa spingere le imprese ad ottimizzare i processi produttivi, ridurre l’uso di risorse provenienti da fonti fossili e quindi produrre apparecchi in grado di offrire il massimo delle prestazioni a consumi ridotti.

Etichette energetiche per elettrodomestici: cosa è cambiato dopo la ERP

Con la normativa energetica del 2013 sono state quindi apportate delle importanti variazioni alle etichette energetiche degli elettrodomestici in commercio. La più grande novità è stata la definizione delle nuove classi energetiche superiori A++ e A+++, che vanno a sommarsi alla già nota categoria A+. Grazie alle nuove classi sarà possibile individuare facilmente tutti gli elettrodomestici in grado di assicurare non solo una resa energetica superiore ma anche un ridotto consumo energetico. I nuovi standard definiti dalla normativa europea prevedono anche l’indicazione delle nuove procedure per le fasi di progettazione e di costruzione degli elettrodomestici.

Gli effetti di questi provvedimenti cominciano già a manifestarsi, e di certo queste nuove regole cambieranno entro breve l’intero mercato. Infatti entro pochi anni sarà vietata la messa in vendita di elettrodomestici senza etichette energetiche e tutti gli apparecchi appartenenti alla classe A+ saranno considerati obsoleti. L’applicazione della normativa Erp spingerà i costruttori di fascia bassa a rivedere i loro processi di produzione, non farlo comporterebbe infatti la loro uscita dal mercato. I consumatori potranno invece accedere a maggiori informazioni e avere delle ulteriori garanzie sui prodotti acquistati, e quindi sperare in un risparmio del 20% sui costi indicati in bolletta.

Cosa indicano le etichette energetiche?

Le etichette energetiche degli elettrodomestici oltre ad indicare in modo chiaro la classe energetica di appartenenza del prodotto, riportano anche alcune informazioni sui consumi annui. Per gli elettrodomestici “bianchi”, come frigoriferi, lavatrici e lavastoviglie, forni, asciugatrici e congelatori, sarà indicato il consumo annuo di acqua, la capacità di carico e, per le lavatrici sia durante il normale funzionamento sia durante la fase di centrifuga, le emissioni sonore. Gli apparecchi televisori dovranno presto adattarsi alle nuove disposizioni, ma in questa prima fase la classe energetica più alta resterà ancora la A.

 

Fonte: Canale Energia

Data: Ottobre 2015

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
elettricitàEuroparisparmio energetico

Articoli correlati

Scala Mercalli, il programma TV dedicato alla crisi climatica

Scala Mercalli è il nuovo programma di Rai3 che andrà in onda, a partire da sabato 28 febbraio, dal Centro

L’energia sulla terra

Un video in cui si spiega che l’energia né si crea né si distrugge, anche se la domanda globale di energia continua ad aumentare.

Consumatori energetici: ora il potere è vostro!

L’energia può essere gestita in diversi modi, alcuni sono semplici, veloci e più economici di altri. Usiamoli! Guarda il video della