Con i costi del nucleare il Regno Unito potrebbe ottenere dall’eolico una capacità sei volte maggiore

Con i costi del nucleare il Regno Unito potrebbe ottenere dall’eolico una capacità sei volte maggiore

La Gran Bretagna potrebbe generare una energia elettrica sei volte quella del reattore nucleare di Hinkley Point se solo avesse investito i 24,5 miliardi di sterline (37,9 miliardi di sterline)  in eolico.

Questa è la conclusione di Bloomberg New Energy Finance che in una ricerca stima come il costo dell’energia da fonti rinnovabili nel Regno Unito sia ormai diventato competitivo con i combustibili fossili anche senza le sovvenzioni. Eolico batte quindi senza difficoltà il nucleare ed in particolare la più costosa centrale che la società Electricité de France abbia mai costruito anche grazie al supporto di investimenti cinesi.

I risultati mettono in evidenza i compromessi che hanno pesato nella decisione del Primo Ministro David Cameron di sostenere l’offerta di Edf per la costruzione di quelli che sono i primi nuovi reattori del Regno Unito nell’arco degli ultimi due decenni. Nel sostenere il nucleare e nel fare in modo di attirare risorse cinesi, Cameron ha dato priorità alla sicurezza degli approvvigionamenti e all’impatto sul paesaggio rurale rispetto ai costi.

Il grafico sotto mostra invece le stime di Bnef su cosa potrebbe costare l’energia se i nuovi impianti di generazione elettrica venissero costruiti utilizzando una varietà di tecnologie. Il grafico ne mostra una serie per ogni gamma, riflettendo enormi differenze di costi del carburante e di costruzione in ogni nazione.

eolico, nucleare, investimenti

 

In alcuni luoghi, in particolare nel Regno Unito, l’eolico è più conveniente rispetto al nucleare. Il nuovo impianto Edf di Hinkley Point venderà l’energia elettrica prodotta a 92,50 sterline per megawatt-ora. Questo costo deve essere confrontato con il più basso prezzo fissato contrattualmente a 79,23 sterline per la fornitura di energia prodotta da impianti eolici onshore che il governo ha assegnato a febbraio dopo una procedura competitiva.

Hinkley Point fornirà 3,2 gigawatt di energia elettrica alla rete. Spendere il denaro equivalente su impianti di eolico avrebbe prodotto 21 gigawatt di capacità, ha detto David Hostert, un’analista esperto sull’energia eolica presso il Bnef a Londra.

 

Fonte: Bloomberg

Data: Ottobre 2015

Leggi l’articolo in inglese


Tags assigned to this article:
eolicoGran Bretagnanuclearepolitiche energetiche

Articoli correlati

Report WEF: impianti rinnovabili localizzati in modo errato costano all’Europa 100 miliardi di dollari

L’Europa avrebbe potuto risparmiare 100 miliardi dollari se fossero stati installati impianti solari in paesi più soleggiati e impianti eolici

La Shell ha fatto pressioni per influenzare un accordo sulle energie rinnovabili

La compagnia petrolifera anglo olandese Royal Dutch Shell ha condotto un’attività di lobbying per compromettere gli obiettivi in materia di

Esternalità negative del petrolio: bisogna contare anche terrorismo e mafie?

Tra le varie esternalità negative delle fonti fossili, c’è un elemento molto sottovalutato ma con impatti particolarmente devastanti, perché riguarda