E’ cambiamento climatico o solo meteorologia?

E’ cambiamento climatico o solo meteorologia?
Gli scienziati sono sempre più convinti che le ondate di caldo e siccità siano connesse con l’attività antropica

All’inizio di quest’anno, durante un tour tra aziende agricole della California colpite dalla siccità, Barack Obama ha fatto riferimento ai tre anni di siccità dello Stato, i peggiori mai registrati, come esempio dei danni che i cambiamenti climatici possono causare. Ai politici piacciono questo tipo di dichiarazioni. David Cameron, il primo ministro della Gran Bretagna, nel 2014 disse che secondo lui dietro le inondazioni registrate in alcune parti del sud-ovest del paese vi poteva essere il cambiamento climatico. Al contrario, gli scienziati del clima sono stati molto prudenti nell’attribuire specifici eventi atmosferici al riscaldamento globale. Il tempo è per sua natura variabile, pertanto è impossibile sapere se il cambiamento climatico ha causato una particolare siccità o inondazioni.

Questo è quanto è successo fino ad ora. Ma oggi una nuova branca della scienza del clima sta iniziando a fornire alcune risposte alla domanda: era questa siccità (o ondata o tempesta) almeno in parte attribuibile ai cambiamenti climatici? In alcuni casi, la risposta sembra essere un sì prudente. Poiché la ricerca progredisce, questo potrebbe cambiare la percezione pubblica e la politica del governo rispetto ai fenomeni meteorologici.

Fonte: The Economist

Data: Maggio 2015

Leggi l’articolo in inglese


Tags assigned to this article:
cambiamento climatico

Articoli correlati

Le false promesse dell’Italia di uscire dal carbone

Italia fuori dal carbone è ancora un traguardo molto, troppo lontano, soprattutto nei fatti. A rilevarlo una video inchiesta intitolata

Perché gli scienziati del clima hanno ragione sulle previsioni di innalzamento delle temperature

Un concetto chiave che gli scienziati del clima e i politici utilizzano per prevedere il futuro riscaldamento globale, e stimare

Suolo e cambiamento climatico

Il suolo è un elemento importante e spesso trascurato all’interno del cambiamento climatico. Costituisce la seconda più grande riserva di carbonio