I cambiamenti climatici potrebbero già aver colpito il mercato immobiliare

I cambiamenti climatici potrebbero già aver colpito il mercato immobiliare

Negli Stati Uniti, tra il 2007 e il 2017, i prezzi medi delle abitazioni nelle aree a più basso rischio di inondazioni, uragani e incendi boschivi hanno superato di gran lunga quelli nelle zone a maggior rischio, secondo i dati raccolti da Bloomberg News attraverso Attom Data Solutions.

L’anno scorso, alle case delle zone più esposte al rischio di alluvioni e uragani è stato riconosciuto mediamente un valore inferiore rispetto a un decennio prima.

Attom Data ha esaminato la variazione annuale dei prezzi delle case e delle vendite in 3.397 città di tutto il paese, quindi ha suddiviso queste città in cinque gruppi in base alla loro esposizione a vari tipi di disastri naturali. Ciò che hanno trovato suggerisce che le minacce del cambiamento climatico stiano iniziando a essere registrate.

In media, i prezzi delle case nelle città sono aumentati del 7,3% tra il 2007 e il 2017. Questa cifra maschera profondi cali nelle aree vulnerabili.

“Il rischio di catastrofi naturali non è certamente l’unico fattore che i consumatori stanno prendendo in considerazione quando acquistano una casa”, ha affermato Daren Blomquist, vicepresidente di Attom Data. Ma ha detto che le cifre forniscono “alcune prove che i consumatori immobiliari stanno rispondendo al rischio di catastrofi naturali, anche se in modo ineguale”.

Fonte: Bloomberg

Data: Settembre 2018

Guarda l’infografica


Tags assigned to this article:
cambiamento climaticoinfograficaStati Uniti

Articoli correlati

Bill Gates e il disinvestimento: davvero una falsa soluzione?

Bill Gates ha bollato il disinvestimento dai combustibili fossili come “una falsa soluzione” e ha accusato gli ambientalisti di fare

10 aziende intraprendono un’azione legale contro i sussidi da 100 miliardi di euro di Hinkley Point

Un’alleanza, a cui partecipa anche Greenpeace, sta facendo appello contro la decisione della Commissione europea di approvare i sussidi per la

Studio: sussidi e costi dell’energia in Europa

Studio realizzato da Ecofys e commissionato dalla Commissione Europea, direzione generale Energia, che conduce un’analisi volta a  quantificare l’entità degli interventi pubblici