Il solare UK ha superato le centrali a carbone per un intero mese per la prima volta

Il solare UK ha superato le centrali a carbone per un intero mese per la prima volta

L’energia solare nel Regno Unito ha prodotto nel mese di maggio più elettricità rispetto al carbone: si tratta della prima volta che un periodo lungo un mese intero arriva a questo traguardo, almeno secondo una ricerca degli analisti di Carbon Brief. Lungo il corso del mese, via via che le giornate si allungavano, l’uso del carbone scendeva ed i pannelli solari hanno generato il 50% in più di energia elettrica rispetto a quella prodotta con il combustibile fossile. Il solare ha generato grossomodo 1.336 gigawattora (GWh) di elettricità a maggio, rispetto ai 893GWh del carbone.

Il carbone era una volta il cardine del sistema energetico inglese, ma il rapido aumento di pannelli solari e di questioni legate al cambiamento climatico ha visto il suo utilizzo precipitare, arrivando nelle ultime settimane a stabilire una serie di pietre miliari.

Il solare ha superato il carbone nel corso di un giorno intero e per la prima volta il 9 aprile, mentre l’energia elettrica prodotta dal carbone è scesa a zero più volte ai primi di maggio, ed è stata la prima volta che accadeva dalla fine del 19° secolo.

Le centrali a carbone sono in funzione meno spesso a causa dell’età e delle restrizioni sull’inquinamento che producono; negli ultimi mesi, una serie di queste ha chiuso, tra cui Ferrybridge e Eggborough nello Yorkshire, l’impianto di Fiddlers Ferry nel Cheshire e il Longannet in Scozia.

Il governo si è impegnato ad eliminare gradualmente tutta l’energia elettrica prodotta attraverso il carbone entro il 2025, ma martedì 2 giugno un think tank conservatore ha chiesto di arrivare a questo traguardo almeno due anni prima rispetto ai tempi previsti.

L’ex ministro Tory per l’energia, Greg Barker, ha detto: “Il governo dovrebbe dare agli investitori [che costruiscono progetti di energia più verdi] ancora maggiore certezza e con questo, mettere saldamente la tecnologia plc in prima linea nell’azione globale verso tecnologie energetiche pulite ed intelligenti”.

Il costo dell’energie rinnovabile, in particolare i pannelli solari, è precipitato negli ultimi anni. Tuttavia, il governo ha tagliato i sussidi all’energia solare e bloccato i parchi eolici onshore, sostenendo invece il fracking e nuove centrali nucleari.

Il record di energia rinnovabile si è realizzato anche in altri Paesi: ai primi di maggio, il Portogallo ha segnato per quattro giorni di fila la produzione di energia completamente verde. Nel 2015, il 42% dell’energia elettrica di tutta la Danimarca è stata prodotta da turbine eoliche.

Fonte: The Guardian

Data: Giugno 2016

Leggi l’articolo in inglese


Tags assigned to this article:
EuropaGran Bretagnapolitiche energetichesolare

Articoli correlati

Rinnovabili, l’Italia ha superato gli obiettivi al 2020

In Italia il contributo delle rinnovabili nei consumi finali di energia è passato dal 6,3 per cento del 2004 al

Efficienza energetica, le aziende italiane che la promuovono

Tre eccellenze italiane sono state individuate dall’Enea e dal Ministero dello Sviluppo Economico come aziende ambasciatrici dell’efficienza energetica per far

Le chiese inglesi scelgono le rinnovabili

Dalla redazione di Canale Energia Le chiese inglesi optano per l’energia pulita delle FER. Più di 400 chiese nel Regno