In India la più grande centrale elettrica solare del mondo

In India la più grande centrale elettrica solare del mondo

In India, nello stato di Tamil Nadu, a sud del Paese, è entrata in funzione la più grande centrale elettrica solare del mondo, secondo quanto annunciato dall’operatore Adani Green Energy Ltd. L’impianto da 648 megawatt è stato ufficialmente inaugurato dalle autorità locali e collegato alla rete.

Un’opera da record

L’opera si estende su oltre mille ettari nella città di Kamuthi, nel distretto Ramanathapuram, e grazie ai suoi 25 milioni di moduli fotovoltaici collegati a 576 inverter, 154 trasformatori e 6mila chilometri di cavi, fornirà energia elettrica a 300mila abitazioni.

Per realizzare la nuova centrale solare fotovoltaica sono stati impiegati 8.500 lavoratori, con turni di lavoro 24 su 24 per riuscire a completare il progetto in soli otto mesi, installando mediamente ogni giorno 11 megawatt. Un investimento da 679 milioni di dollari in cui sono state coinvolte aziende da tutto il mondo.

Un progetto complesso che ha dovuto fare i conti anche con i monsoni e le inondazioni che hanno devastato l’India meridionale alla fine del 2015 come ha documentato il National Geographic in un video che racconta la storia della costruzione del nuovo impianto.

Fonte: Lifegate

Data: Ottobre 2016

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
Indiapolitiche energetichesolare

Articoli correlati

Programma di investimenti dell’Ue: € 100 miliardi per il nucleare?

Secondo quanto riporta il servizio di radiodiffusione tedesco ARD, le centrali nucleari sono incluse nella lista dei progetti preliminari del

USA #Election2016 | Diamo un’occhiata al punto di vista di Trump sul clima

Trump non ha ancora rilasciato una vera e propria piattaforma politica. Ovvero ha proposto diverse azioni politiche, di per sé.

La Svezia dice addio al carbone: l’energia sarà rinnovabile al 100% entro 20 anni

Di fronte ai delegati dell’assemblea generale dell’Onu, il primo ministro svedese Stefan Löfven si è impegnato a ridurre progressivamente l’impiego