In meno di 25 anni, le rinnovabili e il gas prenderanno il posto del carbone

In meno di 25 anni, le rinnovabili e il gas prenderanno il posto del carbone

Le rinnovabili e il gas sono destinate a sostituire il carbone entro il 2040. È quanto emerge dall’ultimo World Energy Outlook (Weo), il rapporto annuale dell’Agenzia internazionale per l’energia (Aie) sugli scenari energetici globali. Transizione e sicurezza energetica, accesso all’energia, investimenti, clima sono i temi su cui l’Agenzia ha puntato l’attenzione.

“Per i prossimi 25 anni, vediamo chiaramente quali saranno i vincitori: gas naturale, ma soprattutto eolico e solare, che sostituiranno il carbone, ovvero il ‘campione’ degli ultimi 25 anni”, ha detto Fatih Birol, direttore esecutivo dell’Aie secondo cui saranno soprattutto le politiche adottate a determinare la strada verso cui si andrà nel prossimo futuro.

Nel rapporto per la prima volta viene preso in esame lo scenario energetico post Accordo di Parigi, con un’analisi degli impegni presi dai singoli paesi (190 per la precisione) presi durante la Cop21.

Crescono le rinnovabili, battuta di arresto per il carbone

Al 2040 la domanda energetica mondiale aumenterà del 30 per cento, con un aumento dei consumi di tutte le fonti di energia.

In particolare saranno le rinnovabili a registrare il maggior incremento, mentre il gas naturale sarà la fonte fossile che crescerà di più, con un consumo in aumento del 50 per cento. Nei prossimi 25 anni rallenterà invece l’aumento del consumo di petrolio che comunque raggiungerà i 103 milioni di barili al giorno (mb/g) nel 2040.

Battuta di arresto per il carbone il cui mercato è stato fortemente compromesso dalle preoccupazioni rispetto ai suoi impatti sull’ambiente e, dopo la rapida espansione degli ultimi decenni, la sua crescita si arresterà quasi completamente nei prossimi anni.

La riscossa delle rinnovabili

Molti degli impegni presi con l’Accordo di Parigi si focalizzano sul settore elettrico e le rinnovabili rappresenteranno circa il 60 per cento di tutta la nuova capacità di generazione al 2040 per oltre la metà costituite da eolico e fotovoltaico. Le rinnovabili intermittenti saranno la principale fonte di generazione in Europa nel 2030, per arrivare cinque anni dopo a essere la prima fonte anche in Cina Stati Uniti e India.

 

Fonte: Lifegate

Data: Novembre 2016

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
datienergiarinnovabili

Articoli correlati

Confermato: i terremoti in Oklahoma sono causati dal fracking

Il numero di terremoti in Oklahoma ha registrato un aumento esponenziale. In concomitanza della considerevole attività di fracking nello stato,

I ghiacci perenni dell’Artico dimezzati nell’ultimo secolo

La calotta artica si è dimezzata nell’ultimo secolo e la velocità con cui si ritira è aumentata dagli anni ’70

7 milioni di morti premature all’anno per inquinamento dell’aria

L’ultimo rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rileva che nel 2012 sono morte circa 7 milioni di persone  – 1 su