La Commissione Europea propone un “new deal” per i consumatori del mercato dell’energia

La Commissione Europea propone un “new deal” per i consumatori del mercato dell’energia

Il pacchetto proposto è un passo importante verso l’attuazione della strategia per l’unione energetica europea e si accompagna ad una lungimirante politica sul cambiamento climatico, lanciato come una delle priorità politiche della Commissione Juncker nel febbraio 2015. Le proposte indicate danno risalto al principio di “prima l’efficienza energetica” e mettono famiglie ed imprese al centro del mercato europeo dell’energia.

Il vicepresidente della Commissione europea e Commissario europeo per l’unione energetica, Maroš Šefčovič, ha dichiarato: “Nella strategia per l’unione energetica ci siamo impegnati a dare ai consumatori europei la possibilità di partecipare attivamente al mercato, con la creazione di un mercato unico dell’energia ben funzionante, mettendo al primo posto l’efficienza energetica e lavorando per diventare i numeri uno nelle fonti rinnovabili. Oggi, cinque mesi dopo l’adozione della strategia per l’unone energetica, questo pacchetto dimostra la nostra determinazione a de-carbonizzare la nostra economia e a riconoscere ai consumatori un ruolo centrale nella transizione energetica in Europa. Questo segna non solo un nuovo corso per i consumatori, ma un “new deal” per l’intero sistema energetico europeo”.

Il commissario europeo per l’azione per il clima e l’energia, Miguel Arias Cañete, ha dichiarato: “Le azioni parlano più delle parole. Oggi facciamo un passo decisivo verso il definitivo riconoscimento dell’obiettivo UE di ridurre per legge le emissioni di almeno il 40% entro il 2030. Il mio messaggio ai nostri partner globali in vista della conferenza sul clima di Parigi è: l’UE mantiene i suoi impegni internazionali. E il mio messaggio a investitori, imprese e all’industria: investite in energia pulita; è destinata a durare e continuerà a crescere. Con queste proposte, l’Europa indica ancora una volta la strada e guida la transizione globale verso una società a basse emissioni di carbonio“.

 

Fonte: Commissione Europea

Data: Luglio 2015

Leggi l’articolo in inglese

Leggi la comunicazione della Commissione Europea in inglese



Articoli correlati

Dalla Svizzera il fotovoltaico low cost con il 20,2% di efficienza

Nuovo successo per il fotovoltaico low cost ad alta efficienza. Oggi alcune delle celle solari più promettenti sono a base

Ecco quanto è lontano il mondo dal raggiungere i suoi obiettivi climatici

Due anni dopo che diversi Paesi del mondo hanno firmato l’importante accordo sul clima a Parigi, il mondo rimane molto

Perchè le città dovrebbero piantare più alberi

Oltre 3 milioni di persone muoiono ogni anno a causa dell’inquinamento atmosferico. Piantare alberi potrebbe aiutare a ridurre questo numero.