La green economy chiama, Ecomondo e Key Energy rispondono

La green economy chiama, Ecomondo e Key Energy rispondono

Dall’8 all’11 novembre prossimi a Rimini Fiera si terrà la ventesima edizione di Ecomondo e Key Energy, temi centrali dell’edizione il climate change e l’economia circolare. ‘Green circular economy’ è infatti il filo conduttore della manifestazione che richiama la mission dei saloni e delle imprese ad essi partecipanti: un sistema che promuove il paradigma economico connesso alla rigenerazione, in sostituzione del concetto di fine vita, tramite l’utilizzo di energie rinnovabili. In questo modo si tende all’eliminazione dell’uso di sostanze tossiche nocive, quindi dei rifiuti, a loro volta possibile risorsa.

Nel 2015, Ecomondo e Key Energy hanno registrato 103.514 i visitatori professionali, +1,68% rispetto al 2014 e un aumento del  livello di internazionalizzazione della manifestazione con quasi 11.000 operatori e 500 buyer provenienti da tutto il mondo. Da segnalare la foltissima rappresentanza da Iran e Cina, organizzata insieme al Ministero dell’Ambiente.

Le novità per la prossima edizione sono le sezioni Material Handling, Lifting Solutions & Logistics e Monitoring & Control ed un percorso di esperienze diffuse sull’economia circolare; inoltre, focus sull’efficienza energetica in termini industriali con White Evolution e soluzioni applicative urbane all’interno dell’area Città Sostenibile, che diverrà una sorta di hub dove saranno tangibili i percorsi avviati sotto i vari profili dell’efficienza, da quella energetica a quella in edilizia.

Per il 2016 gli organizzatori prevedono un alto il livello di internazionalizzazione con la presenza di delegazioni di buyers esteri provenienti da Africa, Medio Oriente, Balcani. E poi in Iran, Cina, Russia, Usa e Brasile.

Un intero padiglione di Key Energy sarà dedicato all’efficienza energetica per le imprese con White Evolution che ospiterà le tecnologie e soluzioni per rendere più efficiente l’uso delle risorse energetiche in ambito industriale.

Storicamente il programma convegnistico di Ecomondo e Key Energy ha sempre rappresentato un plus importante e questo anno punterà sulla promozione culturale delle materie seconde e dell’economia circolare. Riconfermato, nelle prime due giornate di fiera, l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, organizzati dal Consiglio Nazionale della Green Economy, composto da 64 associazioni di imprese green, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dello Sviluppo Economico e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Nell’ambito di Key Energy ampio spazio ai convegni organizzati  anche con il supporto dell’ENEA. Novità di questo anno “Otto round per l’efficienza“, un ciclo di otto convegni per approfondire i diversi aspetti del tema efficienza: sistemi cogenerativi per l´efficienza; sistemi di monitoraggio per l’efficienza; batterie e sistemi di accumulo; soluzioni per l´edilizia efficiente; IoT & Smart Cities; promozione e finanziamento dell’efficienza energetica; diagnosi Energetica: stato ed evoluzione; fabbrica 4.0: i nuovi sistemi efficienti. L’obiettivo è di approfondire le tematiche relative all’efficienza e sviluppare vision e prospettive per l’evoluzione del mercato.

Non mancheranno anche i consueti appuntamenti con Key Wind l’evento italiano di riferimento per le aziende del settore eolico; H2R Mobility for Sustainability coi grandi marchi automobilistici e i loro modelli all’avanguardia: macchine alimentate a metano, GPL, elettriche o ibride.

Per maggiori informazioni: 
Ecomondo
Key Energy


Articoli correlati

Gli edifici sono la fonte maggiore di inquinamento dell’aria in Europa, seguono industria e trasporti

Articolo di Lorenzo Pagliano* Secondo il rapporto 2014 della Agenzia Europea per l’Ambiente (AEA) le fonti di inquinamento dell’aria da

La sostanza dell’Accordo di Parigi

Testo di Valentino Piana, Sergio Castellari, Stefano Caserini, Gabriele Messori, Giacomo Grassi e Marina Vitullo Dopo anni di attesa e

L’ultima volta che ha fatto così caldo in Gran Bretagna vivevano gli ippopotami

È ufficiale: il 2015 è stato l’anno più caldo mai registrato. Ma la serie storica delle temperature globali risale al