La strategia europea sulle energie rinnovabili potrebbe danneggiare le foreste e il clima: l’avvertimento degli scienziati

La strategia europea sulle energie rinnovabili potrebbe danneggiare le foreste e il clima: l’avvertimento degli scienziati

I maggiori scienziati del clima hanno denunciato la decisione dell’UE di spingere sull’utilizzo della legna come fonte di energia “rinnovabile”. Essi ritengono che la mossa porterà probabilmente ad un aumento delle emissioni di gas serra in tutta Europa e alla devastazione di alcune delle foreste più antiche del mondo.

Non solo le foreste ospitano gran parte della biodiversità del Pianeta, ma assorbono anche la CO2 che immessa nell’atmosfera è dannosa per il clima. Le foreste sono quindi da considerare come un elemento vitale contro i cambiamenti climatici.

Nonostante ciò, all’inizio di questa estate i funzionari europei hanno deciso – contro il parere di centinaia di scienziati – che il legno potesse essere considerato un combustibile a basse emissioni di carbonio, il che significa che gli alberi possono essere abbattuti direttamente per essere bruciati.

Il pensiero alla base di questa azione, che raddoppierà l’uso europeo di energia rinnovabile entro il 2030, è che nuovi alberi possono essere piantati per sostituire le foreste che sono state abbattute.

Tuttavia, in un documento pubblicato sulla rivista “Nature Communications”, gli scienziati hanno delineato quelle che ritengono essere le criticità insite in questa logica.

Ardere la legna rilascia molta CO2 nell’atmosfera e ci possono volere molti anni perché i nuovi alberi siano in grado di assorbire abbastanza carbonio per compensare la quantità che viene rilasciata.

Gli scienziati stimano che le emissioni di gas serra potrebbero effettivamente aumentare fino al 10% se il legno venisse ampiamente utilizzato come combustibile e si riducessero di molto in tutto il mondo le foreste per tenere il passo con la domanda energetica europea.

Hanno anche suggerito che abbattere gli alberi per farne ‘carburante’ incoraggerà altre nazioni a seguire l’esempio. Brasile e Indonesia si sono già impegnati a combattere il cambiamento climatico bruciando più legna.

Fonte: Independent

Data: Ottobre 2018

Leggi l’articolo



Articoli correlati

Greenpeace: «I grandi inquinatori scrivono le norme sui limiti di emissioni dell’Ue»

L’Unione europea sta definendo i nuovi standard di emissioni per le centrali a carbone, ma secondo il rapporto “Smoke &

A 30 anni da Chernobyl: centrali nucleari a rischio, ecco la mappa. “La minaccia durerà a lungo”

Ce ne sono ancora undici. Obsolete centrali nucleari, identiche a quella di Chernobyl. Così identiche che una di queste, quella di

Quanto ne sai sul cambiamento climatico?

Mentre il mondo si prepara al vertice Cop21 cruciale per la lotta al riscaldamento globale, mettiamo alla prova le “competenze