Le importazioni di petrolio negli Stati Uniti si sono spostate drasticamente nel corso degli ultimi 15 anni

Le importazioni di petrolio negli Stati Uniti si sono spostate drasticamente nel corso degli ultimi 15 anni

Mentre l’energia pulita si sta facendo strada in particolare nella rete elettrica, la maggior parte dell’energia degli Stati Uniti viene consumata dalle imprese del settore industriale e dai trasporti. Oggi è ancora vero che circa il 90% di tutta l’energia utilizzata per il trasporto proviene dalla combustione di prodotti petroliferi come la benzina, il gasolio o il combustibile per avio-jet.

Questo significa che il petrolio è la parte preponderante nell’attuale mix energetico ed è per questo che rappresenta ancora il 35% di tutta l’energia consumata negli Stati Uniti.

Nel corso degli ultimi 50 anni, la forte dipendenza dell’America dal petrolio ha sempre creato specifiche pressioni politiche ed economiche, soprattutto quando il petrolio non poteva essere prodotto a livello nazionale. Come si è visto nel 1970, gli shock petroliferi possono creare problemi ad un’intera economia e il controllo della produzione di petrolio, in ultima analisi, può essere tradotto in leva finanziaria per le organizzazioni straniere come l’Opec, i paesi come il Venezuela, l’Iran o l’Arabia Saudita.

 

Courtesy of: Visual Capitalist

 

Fonte: Visual Capitalist

Data: Maggio 2016

Guarda l’infografica


Tags assigned to this article:
infograficapetrolioStati Uniti

Articoli correlati

Decalogo per risparmiare sul riscaldamento domestico in 10 mosse

E’ ormai giunto il tempo di accendere il riscaldamento e gli italiani si preparano a mettere mano al portafoglio per

Il sogno possibile, utilizzare il 100% di energia rinnovabile

Il ‘sogno’ di avere una società alimentata con il 100% di rinnovabili non è riservato agli stati piccoli o tecnologicamente

Le basi scientifiche dei cambiamenti climatici

Video in cui esperti italiani raccontano il rapporto IPCC – Working Group 1 È la più dettagliata analisi di valutazione sui