L’energia verde spingerà l’occupazione in Arabia Saudita

L’energia verde spingerà l’occupazione in Arabia Saudita

Una massiccia spinta agli investimenti in progetti di energia rinnovabile in tutta l’Arabia Saudita porterà alla creazione di nuovi posti di lavoro e alla diversificazione del mix energetico lontano dal petrolio. È questo quanto il capo per le energie rinnovabili del Regno Saudita Arabia (KSA) prevede per il futuro del suo Paese.

La scorsa settimana l’Arabia Saudita ha rivelato piani ambiziosi per produrre 200 gigawatt di energia solare entro il 2030. Un’operazione che vuole portare il paese a diventare un importante esportatore di energia sostenibile.

In un’intervista esclusiva con Arab News, Turki Mohammed Al-Shehri, capo dell’Ufficio per lo sviluppo di progetti per l’energia rinnovabile dell’Arabia Saudita (Repdo), ha affermato che i lavori e il “contenuto locale” sono i principi guida del programma riguardante le energie rinnovabili nel Regno.

“Una pietra miliare fondamentale di questi progetti sarà il contenuto locale. Il contenuto locale è fondamentale: viene stipulato nelle offerte”, ha dichiarato Al-Shehri in un’intervista a Londra.

Ha detto: “L’idea è che per i prodotti e i componenti utilizzati in queste imprese (turbine, pannelli, montacarichi e altre parti) vengano coinvolte le fabbriche locali. L’idea è quella di far crescere il settore in modo organico; vogliamo che le fabbriche locali esportino anche al di fuori del Regno, assicurando la creazione di posti di lavoro: questo farà in modo che tutto ciò che è costruito nel Regno competa su base globale”.

Fonte: Arab News

Data: Aprile 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
lavoropolitiche energeticherinnovabili

Articoli correlati

Strade più verdi con il cemento ‘solare’

Creare fonti di illuminazione naturale a partire dalle proprietà assorbenti di una versione ecologica del comune cemento. La bioedilizia fa

Dietro le quinte. Quello che non si dice sull’Unione europea dell’Energia

L’Unione europea dell’energia è una delle 10 priorità della Commissione di Jean-Claude Juncker, e il progetto ha ricevuto il consenso

Entro vent’anni l’energia potrebbe essere al 100% rinnovabile. E su questo sono d’accordo anche i petrolieri

Venti anni e l’elettricità prodotta nel mondo potrebbe derivare unicamente da fonti rinnovabili. Se così fosse si potrebbe avere il