L’eolico e il solare europei stanno crescendo senza alcun sussidio

L’eolico e il solare europei stanno crescendo senza alcun sussidio

L’utility francese Engie ha annunciato che svilupperà 300 megawatt di energia eolica in nove diversi parchi in Spagna, sostenuti da investimenti per 300 milioni di euro.

E sta facendo tutto questo senza il supporto del governo. Ma non è l’unica compagnia energetica europea disposta a fare una scommessa come questa.

A marzo, la società elettrica svedese Vattenfall ha annunciato di aver vinto con la sua offerta la gara per costruire un parco eolico offshore da 700 MW nei Paesi Bassi che diventerà il primo progetto di energia eolica non sovvenzionato nella terra dei mulini a vento.

In Germania, nella prima asta competitiva del paese svoltasi la primavera scorsa, il regolatore federale della rete ha accettato quattro offerte per un totale di 1.490 MW di capacità eolica offshore nel Mare del Nord, ad un tasso medio di sussidi per kilowattora pari a 0,44 euro. È basso ma perché è stato così in basso? Perché uno degli offerenti, l’impresa danese dell’energia eolica Dong (ora Ørsted A / S) ha presentato un’offerta con un tasso di sovvenzione pari a zero.

Sta accadendo anche con il solare. Ora ci sono almeno una dozzina di progetti solari non sovvenzionati che hanno fatto irruzione in Europa, come mostra questo grafico:

Tutto questo è la prova che i principali progetti di energia rinnovabile possono decollare senza una spinta finanziaria da parte dei governi. Un tempismo perfetto perché l’Unione Europea sta cercando di eliminare gradualmente i sussidi per l’energia rinnovabile dopo che queste politiche sono diventate costose a seguito dell’esplosione nella costruzione di impianti eolici e solari in tutto il continente.

È anche un segno che queste tecnologie hanno drasticamente abbassato i costi e sono investimenti sempre più sicuri per il settore delle utility notoriamente pesante. In questo modo, vedremo crescere in Europa più parchi eolici e solari senza sussidi, guidando una quota maggiore della crescita.

Fonte: Vox

Data: Luglio 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
eolicoEuroparinnovabilisolaresussidi

Articoli correlati

IEA: petrolio a basso costo è l’occasione giusta per prendere decisioni intelligenti

Riportiamo l’intervento di Maria van der Hoeven, Direttore esecutivo dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA), all’ Oxford Energy Colloquium “Opportunity to act: Making smart

Come triplicare gli investimenti in rinnovabili per il 2030

Sono gli ostacoli finanziari, in molti casi, quelli più difficili da superare per sviluppare nuovi impianti a fonti rinnovabili. Ecco

La più grande società mineraria del carbone al mondo chiude 37 miniere

Il carbone non è più conveniente tanto che l’India chiuderà 37 delle sue miniere perché non più redditizie dal punto