L’eolico spegne il carbone texano

L’eolico spegne il carbone texano

Il mese di novembre 2017 verrà ricordato come il mese in cui l’energia eolica è diventata la seconda più grande fonte di energia elettrica nel Texas, la terra legata per antonomasia al petrolio.

Il Lone star state, lo stato dalla stella solitaria, come viene soprannominato il Texas, sta lentamente ma inesorabilmente affidandosi sempre di più alle rinnovabili. Secondo Bloomberg new energy finance, nel 2040, negli Stati Uniti l’energia prodotta utilizzando il carbone sarà la metà di quella attuale.

L’eolico texano supera il carbone e nel 2019 il sorpasso sarà definitivo

Il secondo posto dell’eolico nel mix energetico texano è stato toccato grazie alla spinta finale data dall’entrata in funzione nel mese di novembre di un nuovo impianto da 155 megawatt, costruito nel Texas occidentale, il cui apporto ha contribuito ad alzare la capacità eolica dello stato fino a superare i 20mila megawatt – tale da poter alimentare 4 milioni di case in una calda giornata texana –, oltrepassando così la capacità delle centrali elettriche a carbone ferma a 19.800 megawatt. Secondo Joshua Rhodes, ricercatore presso dell’Energy Institute dell’Università del Texas ad Austin, il prossimo traguardo dovrebbe capitare nel 2019 quando l’eolico sarà in grado di generare più elettricità rispetto a quella generata dalle centrali a carbone.

Le rinnovabili crescono e gli impianti fossili chiudono

In Texas, l’utility che controlla il 90 per cento della rete elettrica è la Electric reliability council of Texas (Ercot) che fornisce energia a 24 milioni di utenti e immette in rete energia prodotta prevalentemente da gas naturale e carbone, fonti che stanno lasciando sempre più spazio all’eolico che, in un decennio, è passato dal 2 al 15 per cento nel Paese. Una marcia dello stato verso le energie rinnovabili che Joshua Rhodes sintetizza così: “Siamo abituati a vedere i numeri dell’eolico crescere, crescere, crescere ma non siamo abituati a vedere diminuire il numero delle centrali a carbone”, cosa che invece sta avvenendo in maniera molto seria anche in Texas.

Fonte: Lifegate

Data: Febbraio 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
eolicopolitiche energeticheStati Uniti

Articoli correlati

2014: l’anno più caldo della Terra

Nel 2014, gli indicatori essenziali del cambiamento climatico della Terra hanno continuato a riflettere le tendenze di un pianeta che

80 euro di bonus anche dal petrolio

di Ivan Faiella e Alessandro Mistretta Il ruolo del petrolio come fonte energetica si è ridotto negli anni. Ma il

Top Utility, il Gruppo Cap vince il premio assoluto 2017

Le 100 più grandi utility italiane sotto la lente della quinta edizione del rapporto Top Utility Analysis, la ricerca che