L’Olanda taglia le emissioni di CO2 e dice addio al carbone

L’Olanda taglia le emissioni di CO2 e dice addio al carbone

I Paesi Bassi chiudono con il carbone. Il 15 settembre il parlamento olandese ha infatti approvato un documento in cui si chiede al governo di adottare un obiettivo del 55 per cento nella riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2030. Un traguardo che non potrà essere raggiunto senza la chiusura di tutte e cinque le centrali a carbone attualmente in funzione nel paese.

Il voto della scorsa settimana mette l’Olanda in linea con le indicazioni contenute nell’accordo sul clima di Parigi (Cop 21) e sancisce una delle politiche sul clima più ambiziose d’Europa. Una revisione del mix energetico del paese che è stata sostenuta da liberali e laburisti, entrambi decisi a spingere sul governo affinché adotti le indicazioni del parlamento in tempi stretti, già in autunno, prima delle elezioni del prossimo marzo.

Paesi Bassi in linea con l’Accordo di Parigi sul clima

La vicepresidente del parlamento e deputato liberale, Stientje van Veldhoven, ha spiegato al quotidiano britannico Guardian il significato del documento: “Chiudere grandi centrali a carbone, anche se entrate in funzione da poco, è il modo più efficace per centrare gli obiettivi sottoscritti con l’Accordo di Parigi sul clima, e tutti i paesi dovranno adottare misure di vasta portata. Non possiamo continuare a usare il carbone come fonte energetica più economica quando, in realtà, si tratta della più dispendiosa fonte di energia se si valutano i costi per il clima”.

Il voto parlamentare olandese non era affatto certo, come dimostra la stretta maggioranza (77 favorevoli, 72 contrari) con cui è stato approvato, ma rappresenta bene il dibattito sui cambiamenti climatici che i Paesi Bassi stanno affrontando negli ultimi tempi.

Fonte: Lifegate

Data: Ottobre 2016

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
carbonecombustibili fossiliCOP21emissioni

Articoli correlati

5 cose da sapere sull’accordo sul clima di Parigi

I colloqui sul clima delle Nazioni Unite organizzati a Parigi si sono conclusi con un accordo tra 195 paesi che

Vane promesse: il G20 continua a sovvenzionare petrolio, gas e carbone

I governi dei Paesi del G20 stanno spendendo 452 miliardi di dollari l’anno in sussidi per la produzione di combustibili

Benzina super, da oggi stop alla produzione

Comincia da oggi, con la fine ufficiale della produzione, il lungo addio alla benzina rossa che verrà venduta ai distributori