Oslo vota per tagliare le emissioni del 95% entro il 2030

Oslo vota per tagliare le emissioni del 95% entro il 2030

Il Consiglio comunale di Oslo vieterà la circolazione delle auto in tutto il centro città entro il 2019 cercando in questo modo di soddisfare un nuovo obiettivo, quello di azzerare praticamente tutte le sue emissioni di gas serra.

I partiti socialisti, Labour e verdi hanno votato per tagliare le emissioni di carbonio del 50% (su base 1990) entro il 2020 e del 95% entro il 2030, un obiettivo che gli stessi legislatori ammettono essere ambizioso.

“Una parte fondamentale del piano è quello di dare la priorità ai pedoni, ai ciclisti ed al trasporto pubblico prima che al traffico auto, sia quando si tratta di investimenti in infrastrutture sia nell’uso dello spazio”, ha riferito Lan Marie Nguyen Berg, vice sindaco di Oslo e responsabile per l’ambiente.

“Questo porterà anche a ridurre l’inquinamento atmosferico locale ed a migliorare la qualità della vita in città. Rendere il centro libero dalle auto entro il 2019 è parte di questo piano”.

I trasporti rappresentano il più grande produttore di emissioni in città, pari al 63%. Secondo i media locali, 90 mila persone lavorano nel centro della città quotidianamente, ma solo mille vi abitano.

In un documento strategico pubblicato nel mese di febbraio allo scopo di incrementare l’uso della bici del 25% entro il 2025, si afferma che entro il 2020 tutti i mezzi pubblici dovrebbero essere alimentati da fonti rinnovabili.

Oslo farà in modo che entro il 2020 almeno il 20% del trasporto pesante si muova utilizzando carburanti rinnovabili ed anche tutte le operazioni di movimento terra usate nei trasporti dovrebbero passare a combustibile rinnovabile entro il 2030″, si legge nel piano.

Il traffico automobilistico in tutta la città dovrà diminuire del 20% entro il 2019, mentre il Consiglio prevede di commissionare uno studio di fattibilità sul raccordo tra tecnologie di cattura del carbonio ed un impianto di incenerimento dei rifiuti a Klemetsrud.

Fonte: Climate Change News

Data: Luglio 2016

Leggi l’articolo in inglese



Articoli correlati

Eolico: dal vento 8% di elettricità in Europa nel 2014

L’eolico europeo vive un periodo positivo. Gli ultimi dati sulla produzione di energia eolica in Europa rivelano che nel 2014

Enel: addio al carbone e apertura alle rinnovabili. Pace fatta con Greenpeace?

Enel è pronta alla svolta verso le rinnovabili? Si è svolto a Roma un incontro importante tra una delegazione Enel guidata da

Dal satellite la conferma che l’inquinamento in India è peggiore di quello in Cina

Per la prima volta in questo secolo, le persone che vivono in India stanno respirando aria più tossica delle persone