Piccole isole, grandi iniziative: soluzioni rinnovabili off-grid al largo del mare

Piccole isole, grandi iniziative: soluzioni rinnovabili off-grid al largo del mare

L’estate è arrivata! Facciamo un viaggio virtuale verso alcune splendide isole? Indossate gli occhiali da sole e saltate con noi da Samsø (Danimarca) a Tilos (Grecia) e poi a El Hierro (Spagna), tre isole che si sono convertite alle energie rinnovabili.

A causa della loro posizione isolata e della loro separazione dalla “terraferma”, le isole tendono a dipendere dalle importazioni di combustibili fossili per ottenere l’energia di cui hanno bisogno. Tuttavia, il loro facile accesso a fonti rinnovabili come l’energia del vento e delle onde costituisce un enorme potenziale.

Iniziative come GREENCAP stanno già promuovendo soluzioni praticabili, cercando di capitalizzare i risultati tecnici e scientifici dei progetti modulari comunitari nel campo delle fonti energetiche rinnovabili nell’area mediterranea. Inoltre, la Commissione Europea, nel maggio dello scorso anno, ha lanciato l’iniziativa “Energia pulita per le Isole UE” insieme a 14 Stati europei. L’iniziativa mira a fornire un quadro a lungo termine per aiutare le isole a generare la propria energia sostenibile e a basso costo.

Attraverso la Renewable Networking Platform, ci siamo imbattuti in queste tre isole di grande ispirazione in Danimarca, Grecia e Spagna: Samsø, Tilos ed El Hierro. Tutte e tre stanno raggiungendo il loro pieno potenziale energetico un passo alla volta.

Fonte: Energy Cities

Data: Luglio 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
isolepolitiche energeticherinnovabili

Articoli correlati

Ikea scommette 1 miliardo sulle rinnovabili, più di quanto fanno molti Stati

Ikea prova a ridurre l’impatto sull’ambiente investendo pesantemente nell’energia verde e nella lotta al cambiamento climatico. La società svedese, leader

Centrali a carbone: sono più quelle che si chiudono rispetto alle nuove che entrano in funzione

Il boom del carbone globale ha iniziato a rallentare, un nuovo rapporto di Action Sierra Club intitolato: “Boom and Bust:

Rapporto WHO 2012: sette milioni i morti per l’inquinamento atmosferico

Secondo l’ultima valutazione della WHO (World Health Organization – Organizzazione Mondiale della Sanità) presentata a Ginevra, ogni otto morti avvenute nel 2012 una era