La lista dei paesi che utilizzano più carbone per generare elettricità: Cina in testa

La lista dei paesi che utilizzano più carbone per generare elettricità: Cina in testa

Il carbone è uno dei modi più inquinanti per generare elettricità e regioni come l’Europa hanno lavorato duramente negli ultimi anni per la sua graduale soppressione. Ma, allo stesso tempo, l’industrializzazione avviata in altre parti del mondo ha controbilanciato gli sforzi. L’utilizzo del carbone da parte della Cina è più che raddoppiato tra il 2002 e il 2012, facendone di questo Paese il più grande consumatore al mondo:

 

Global-coal-consumption

 

Guardando all’utilizzo totale, tuttavia, non si tiene conto delle dimensioni della popolazione, né di quanto l’economia di un paese potrebbe essere “affamata” di energia. Se si considerano questi aspetti, si osserva come il Sud Africa sia il Paese che più fa affidamento sul carbone in termini percentuali sul suo fabbisogno di elettricità. Segue la Polonia, al secondo posto, mentre la Cina risulta in questa lista solo in terza posizione.

Proportion-of-total-electricity-generated-from-coal

 

La Cina, infatti, ha fatto un grande sforzo per diversificare il suo approvvigionamento energetico,avviando la costruzione di infrastrutture per le energie rinnovabili ad un ritmo più veloce di molti Paesi europei. Nel frattempo l’Australia ha portato avanti nuove operazioni di estrazione del carbone raccogliendo ampie critiche.

 

Fonte: Quartz

Data: Agosto 2015

Leggi l’articolo in inglese


Tags assigned to this article:
AustraliacarboneCinaEuropainquinamento

Articoli correlati

Che cosa davvero causa il riscaldamento della Terra?

Gli scettici rispetto ai cambiamenti climatici causati dall’uomo spiegano attraverso diverse cause naturali il perché, rispetto al 1880, la terra

Asia: l’elevato uso del carbone potrebbe ridurre le piogge

Dalla redazione di Canale Energia. Nonostante la sempre maggiore diffusione a livello mondiale delle rinnovabili il carbone resta in Asia

Un prezzo del carbonio per ridurre le emissioni

Sei capi di Stato e di Governo, due tra governatori e sindaci, i rappresentanti della Banca Mondiale, del Fondo Monetario