Solare fotovoltaico, nuovo record di economicità

Solare fotovoltaico, nuovo record di economicità

I prezzi dell’elettricità venduta nei nuovi progetti di energia solare in giro per il mondo stanno diminuendo così in fretta che quelli che erano considerati record nel 2016 sono diventati oggi il limite massimo pagabile. Nell’ultimo mese, in Arabia Saudita, il prezzo più basso offerto per l’elettricità prodotta da un impianto solare è stato pari a 1,79 centesimi per chilowattora e, nella stessa asta, ben sette delle otto offerte erano inferiori ai tre centesimi.

Il prezzo più economico di sempre per l’energia solare: 1,79 centesimi per chilowattora

Ad aprile dell’anno scorso, Bloomberg New Energy Finance – un’organizzazione di ricerca legata alla multinazionale Bloomberg che opera nel settore dei mass media ed ha sede a New York e filiali in tutto il mondo – aveva evidenziato che il prezzo più basso dell’energia solare non sovvenzionata era stato toccato il mese prima, a marzo, in Messico. In questa occasione il prezzo d’asta battuto era stato di 3,6 centesimi per chilowattora. Un prezzo non molto lontano da quello dell’energia elettrica generata dai combustibili fossili e comunque inferiore ai costi di generazione registrati negli impianti di nuova generazione a gas e a carbone. Ciò nonostante, il prezzo record messicano è stato battuto lo scorso ottobre dall’Arabia Saudita. Ogni offerta che il paese del Medio Oriente ha ricevuto per il suo progetto da 300 megawatt di energia solare a Sakaka, nel nord del regno, è stata più conveniente e il prezzo più basso offerto è stato di 1,79 centesimi per chilowattora.

record Arabia Saudita offerte energia solare

I prezzi offerti per l’elettricità prodotta con il solare ricevuta per il progetto da 300 megawatt di Sakaka (Credit: The National)

Un record destinato a rimanere imbattuto?

Un prezzo stracciato se si pensa che il prezzo medio dell’elettricità ad uso residenziale negli Stati Uniti è sei volte maggiore e raggiunge i 12 centesimi per chilowattora. L’1,79 centesimi non è tuttavia un record destinato a dare avvio ad una nuova fase di ricorsa ad offerte ancora più basse, almeno secondo alcuni analisti. Il mercato dell’energia solare in Arabia Saudita è abbastanza unico e, in questa offerta così bassa, gli esperti non intravedono dove stia l’affare. Non si capisce come l’azienda offerente, la Masdar – un’azienda di energie rinnovabili fondata nel 2006 e di proprietà degli Emirati Arabi Uniti con cui si cerca di diversificare l’economia –insieme al suo partner francese EDF possano realmente creare dei profitti vendendo l’energia al prezzo proposto.

solare Arabia Sudita

L’Arabia Saudita dei record: tre centesimi sono il nuovo prezzo massimo per il solare

Nella stessa asta, comunque, ben sette delle otto offerte sono state inferiori ai tre centesimi e le due offerte più basse hanno raggiunto “i prezzi più bassi mai registrati a livello mondiale” ha riportato la rivista PV Magazine. “Crediamo che il valore di 0,03 dollari per chilowattora possa essere considerato un punto di non ritorno per l’area del Medio Oriente dato il suo grande volume e il basso tasso di finanziamento” ha commentato Aymen Grira, un esperto internazionale in tema di energia alla stessa Pv. In altre parole, tre centesimi sono diventati il nuovo prezzo massimo per il solare nella regione.

Il solare è più conveniente di qualsiasi altra tecnologia come mai prima

Tuttavia, l’elemento che questi ultimi fatti mette in risalto è quanto l’energia solare sia riuscita ad abbassare il prezzo dell’elettricità prodotta e quanto velocemente sia avvenuto tutto questo. Nel giro di alcuni mesi, si è passati dai 3,6 centesimi di marzo 2016 ai 2,99 registrati a maggio in occasione di un’offerta per un progetto da 800 megawatt promosso dall’Autorità per l’energia elettrica di Dubai. Ma già ad agosto, questa volta in Cile, si era già arrivati ai 2,91 centesimi. Un prezzo che, una volta di più, dimostrava le potenzialità del solare e aveva sollevato la soddisfazione degli addetti ai lavori come Michael Liebreich, presidente e fondatore di Bloomberg New Energy Finance, che aveva riconosciuto al solare il ruolo incontrastato di spinta delle rinnovabili. Oggi, un nuovo record ma soprattutto sette offerte ancora più economiche di quelle che sembravano, poco più di un anno fa, irraggiungibili.

Fonte: Lifegate

Data: Ottobre 2017

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
fotovoltaicosolare

Articoli correlati

Wood MacKenzie: è il solare il prossimo scisto?

“Proprio come l’estrazione di shale ha cambiato l’assetto del petrolio e del gas, nessun altra tecnologia come il solare distribuito e generato su

La Shell ha fatto pressioni per influenzare un accordo sulle energie rinnovabili

La compagnia petrolifera anglo olandese Royal Dutch Shell ha condotto un’attività di lobbying per compromettere gli obiettivi in materia di

I contribuenti statunitensi sussidiano le più grandi compagnie fossili

Le più grandi e più redditizie aziende di combustibili fossili del mondo stanno ricevendo elevatissimi sussidi dai contribuenti statunitensi. Una pratica