Un nuovo piano Ue post Cop21 della diplomazia per il clima

Un nuovo piano Ue post Cop21 della diplomazia per il clima

Siglato a dicembre, l’accordo sul clima raggiunto a Parigi al termine dei negoziati della Cop21 non è ancora in vigore: sarà depositato a New York, presso la sede delle Nazioni Unite, il 22 aprile 2016. A partire da tale data, i Governi di tutto il mondo avranno un anno di tempo per firmare il testo.

In vista di tale scadenza, i ministri degli Esteri dei Ventotto approvano le linee guida di un nuovo piano della diplomazia per il clima.

Azioni ambiziose e urgenti e l’attuazione degli impegni della Cop21”, affermano i ministri, “devono rimanere particolari priorità della diplomazia del clima per l’Ue, nei dialoghi di alto livello, bilaterali e regionali con Paesi partner, G7, G20, all’Onu e in altri forum internazionali”.

L’obiettivo per gli stati membri è non perdere lo slancio positivo della Cop21 e incassare le firme necessarie alla cerimonia ufficiale di aprile a New York affinché l’intesa raggiunta a Parigi possa entrare in vigore.

 

Fonte: Euractiv.it

Data: Febbraio 2016

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
cambiamento climaticoCOP21Europa

Articoli correlati

I combustibili fossili non sono più finanziabili, lo dicono gli economisti

In occasione del summit sulla finanza per il clima, organizzato per il 12 dicembre  da Macron per celebrare il secondo

L’Irlanda vota per mettere al bando gli investimenti sui combustibili fossili

L’Irlanda ha votato una legge che la candida ad essere il primo paese al mondo a disinvestire completamente il denaro

Cambiamento climatico: 10 cose da sapere sulla Cop21 di Parigi

Earth Hour ha stilato una mini guida alla Cop21, la conferenza dell’ONU sui cambiamenti climatici che si terrà a Parigi