Vento in poppa per l’eolico europeo

Vento in poppa per l’eolico europeo

Da qui al 2020 l’eolico in Europa registrerà una crescita media di 12,6 GW installati all’anno per un totale di circa 50 nuovi GW, che porteranno la capacità eolica cumulata a 204 GW. L’eolico potrà arrivare a soddisfare nel 2020 il 16,5 per cento della domanda elettrica europea, superando così l’idroelettrico e divenendo la prima fonte rinnovabile. Una crescita dovuta soprattutto allo sviluppo eolico in Germania, Regno Unito, Francia, Spagna Olanda e Belgio, mentre l’Italia manca all’appello. È quanto riporta WindEurope, l’Associazione europea dell’eolico, che ha pubblicato due nuovi report “Outlook to 2020” e “Scenarios for 2030”.

 

Scenari eolici al 2030

Secondo WindEurope, la crescita dell’eolico continuerà anche oltre il 2020, portando la potenza installata a 323 GW (253 GW onshore e 70 GW offshore) nel 2030, più del doppio di quella registrata a fine 2016 (160 GW). I 888 TWh generati dal vento copriranno il 30 per cento della domanda di energia dell’Ue e l’industria dell’energia eolica investirà 239 miliardi di euro nei prossimi 13 anni offrendo un posto di lavoro a 569mila persone. Verrà così evitata l’emissione di 382 tonnellate di CO2 l’anno e una spesa di 13,2 miliardi di euro per l’importazione di combustibili fossili.

Scenari di sviluppo dell’eolico al 2030 prospettati dall’associazione Windeurope. (Fonte: Windeurope)

Scenari di sviluppo dell’eolico al 2030 prospettati dall’associazione Windeurope. (Fonte: Windeurope)

WindEurope delinea anche altri due scenari, uno più positivo e uno più di basso profilo. Nel primo assume condizioni di mercato e condizioni normative favorevoli, tra cui il raggiungimento di un obiettivo del 35 per cento dell’energia rinnovabile dell’Ue. In questo contesto, in Europa sarà possibile installare 397 GW di capacità di energia eolica entro il 2030, dei quali 298,5 GW onshore e 99 GW off-shore, due volte e mezzo l’attuale capacità installata nell’Ue.

Nello scenario più pessimista (low scenario) la capacità eolica potrebbe arrivare a 256,4 GW (207 GW onshore e 49 GW offshore), generando nel 2030 il 21,6 per cento della domanda di potenza dell’Ue.

Fonte: Lifegate

Data: Ottobre 2017

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
eolicoEuropapolitiche energeticherinnovabili

Articoli correlati

Svanita la presunta pausa del riscaldamento globale

In un recente articolo apparso su Science, Karl et al. hanno descritto l’impatto di due aggiornamenti significativi apportati alla serie

La Svezia dice addio al carbone: l’energia sarà rinnovabile al 100% entro 20 anni

Di fronte ai delegati dell’assemblea generale dell’Onu, il primo ministro svedese Stefan Löfven si è impegnato a ridurre progressivamente l’impiego

Nel 2017 c’è ancora chi pensa ad investire in nuovo carbone

Non c’è più spazio per il carbone, il futuro è nelle rinnovabili. Lo ha spesso sottolineato Christiana Figueres, l’ex segretario