Apple vuole raccogliere 1,5 miliardi di dollari per finanziare l’energia pulita

Apple vuole raccogliere 1,5 miliardi di dollari per finanziare l’energia pulita

Apple ha emesso 1,5 miliardi di dollari in obbligazioni dedicate al finanziamento di progetti di energia pulita attraverso le sue operazioni business a livello globale: il più grande “green bond” mai lanciato da una società statunitense, ha affermato il responsabile della politica ambientale della società.

Il gigante tecnologico di Cupertino, in California, ha detto che i proventi della vendita delle obbligazioni “green” saranno utilizzate per finanziare energie rinnovabili, stoccaggio di energia e progetti per l’efficienza energetica, edifici verdi e per aumentare gli sforzi per la conservazione delle risorse.

“Questo permetterà agli investitori di vedere che stanno mettendo i loro soldi dove ci sono i loro cuori ed i loro interessi”, ha detto a Reuters Lisa Jackson, vice presidente di Apple per l’ambiente, la politica e le iniziative sociali.

Anche se i green bonds sono una piccola frazione del mercato globale obbligazionario, la domanda è destinata a crescere in quanto gli investitori cercano sempre più investimenti a bassa emissione di carbonio.

Gli Investor Services di Moody hanno sottolineato all’inizio di questo mese che si aspettano quest’anno di vedere crescere ad oltre 50 miliardi di dollari l’emissione di green bonds, dopo il record dei 42,4 miliardi raggiunto nel 2015 grazie al raggiunto accordo di Parigi del dicembre scorso sul cambiamento climatico globale.

Jackson ha detto che l’accordo di Parigi ha spinto Apple a lanciare i green bonds dal momento in cui centinaia di aziende si sono impegnate a rendere sostenibili i loro investimenti durante il vertice sul clima delle Nazioni Unite.

Alcuni investitori hanno detto che il mercato obbligazionario verde è stato ostacolato da una mancanza di standard concordati su quanto definisce un “green bond” e di trasparenza su come vengono utilizzati i proventi delle vendite.

La definizione di un green bond varia notevolmente. Fondi comuni di investimento socialmente responsabile, assicuratori e altri probabili acquirenti utilizzano diverse linee guida volontarie per investire in green bond.

Apple utilizza i Green Bond Principles, definiti da un gruppo di istituzioni finanziarie tra cui la BlackRock Inc e la JPMorgan Chase & Co.

La Consultancy Sustainalytics ha controllato il quadro di riferimento dei green bonds di Apple per assicurarsi che soddisfino tali requisiti. Accountancy Ernst & Young eseguirà poi una revisione annuale su come vengano utilizzati i proventi delle obbligazioni verdi.

Apple si aspetta di spendere la maggior parte dei proventi entro due anni dall’emissione delle obbligazioni.

Apple ha preso inoltre provvedimenti per ridurre la propria impronta di carbonio in California dove l’azienda è nata e nelle diverse strutture distribuite in tutto il mondo e sta spingendo i propri fornitori a passare alle energie rinnovabili.

Nel mese di ottobre, la società ha annunciato passi avanti per far diventare green le sue attività in Cina, portando a oltre 200 megawatt l’energia rinnovabile e facendo in modo che anche i suoi fornitori, tra cui la Foxconn, passino il prima possibile ad utilizzare fonti energetiche più pulite.

 

Fonte: Huffington Post

Data: Febbraio 2016

Leggi l’articolo in inglese


Tags assigned to this article:
finanzainvestimentirinnovabili

Articoli correlati

Le rinnovabili in Italia hanno trovato un nuovo equilibrio

Nel corso del 2016 sono stati installati in Italia 778 megawatt di nuova potenza da rinnovabili, in particolare fotovoltaico ed

Facebook userà energia 100% rinnovabile entro il 2020

Diventare una società 100 per cento rinnovabile e tagliare le emissioni del 75 per cento, il tutto entro il 2020.

Shell mette in allarme i produttori di petrolio sui rischi d’impresa legati al cambiamento climatico

Gigante petrolifero Shell ha pubblicato il 12 marzo scorso il suo rapporto strategico del 2014, con il quale avverte altri