Auto elettriche: nel Regno Unito arrivano le corsie per ricaricarle

Auto elettriche: nel Regno Unito arrivano le corsie per ricaricarle

Dalla redazione di Canale Energia, articolo scritto da Marianna Palumbo

Le auto elettriche sono il modo ideale per soddisfare le proprie esigenze di mobilità e tutelare allo stesso tempo l’ambiente. La mobilità sostenibile e suoi vantaggi hanno già convinto molti automobilisti ad adottare queste soluzioni alternative che stanno progressivamente conquistando maggiori quote di mercato. Oltre agli evidenti vantaggi per l’ambiente e per la qualità dell’aria, adottare delle auto elettriche significa ridurre di oltre il 50% il totale dei costi previsti mediamente previsti per la manutenzione e alimentazione di qualunque altro veicolo a diesel o benzina.

Ma allora perché nonostante tutti questi vantaggi le auto elettriche non hanno raggiunto gli stessi livelli di sviluppo dei veicoli tradizionali? Una delle motivazioni spesso segnalate dagli automobilisti è stata la difficoltà di ricaricare i veicoli, dovuta senza dubbio alla scarsa diffusione di punti di ricarica sulle strade ma anche alla lunga durata dei processi di ricarica. Questioni affrontate dal ministro dei Trasporti Britannico Andrew Jones, che ha annunciato grandi novità in arrivo.

Auto elettriche: risolto il problema della ricarica

Non è certo la prima volta che la questione “ricarica” delle vetture elettriche viene affrontata, provando con vari tipi di soluzioni. In Italia, i grandi operatori energetici, hanno ad esempio intensificato la presenza di colonnine di ricarica lungo le strade extraurbane più trafficate e nelle principali città italiane, oppure hanno cercato di intensificare l’uso di questi veicoli attraverso le varie soluzioni per le auto a noleggio.

L’ultima novità arriva questa volta dal governo del Regno Unito che ha annunciato di intraprendere, in via del tutto sperimentale, la realizzazione di corsie di ricarica per le auto elettriche. Alla base del progetto ci sarebbe l’adozione di una tecnologia wireless installata sotto il manto stradale che consentirà alle auto di ricaricarsi senza doversi fermare. Queste innovative corsie saranno realizzate per il momento solo nelle strade extraurbane di maggiore scorrimento.

Al via i primi lavori

Le prime sperimentazioni delle corsie di ricarica per le auto elettriche dovrebbero partire entro la fine del 2015 e dureranno circa 18 mesi. Al termine degli studi verranno raccolti i dati e quindi in base ai risultati raggiunti si valuterà l’utilità del progetto e anche la possibilità di estendere la nuova tecnologia anche ad altre strade.

Il progetto fa parte del Road Investement Strategy, un piano di investimenti del governo britannico in materia di trasporti, mirato a promuovere la mobilità green e tutte le soluzioni più efficaci. Tra gli obiettivi del progetto anche la necessità di aumentare i punti di ricarica sulle strade extraurbane di maggiore scorrimento, distanziandoli ogni circa 30 chilometri nelle strade extraurbane di maggiore scorrimento.

 

Fonte: Canale Energia

Data: Settembre 2015

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
ambienteGran Bretagnainquinamentoinvestimenti

Articoli correlati

La Cina costruisce il secondo impianto solare galleggiante dentro una miniera di carbone abbandonata

Una vecchia miniera di carbone sta rinascendo grazie ad un enorme impianto di energia rinnovabile. Bloomberg ha raccontato che l’azienda

Un’Italia 100% rinnovabile è possibile, si risparmierebbero oltre 6mila euro l’anno a testa

139 paesi, Italia compresa, hanno tutte le potenzialità per diventare 100 per cento rinnovabili entro il 2050 secondo uno studio

Negli Usa solare ed eolico crescono più velocemente dei combustibili fossili

Dal 2008 a oggi la capacità eolica e solare negli Usa è triplicata, e  oggi risultano più economiche rispetto al carbone. Ora,