Dal Mit di Boston il polimero che immagazzina energia e rilascia calore

Dal Mit di Boston il polimero che immagazzina energia e rilascia calore

Dalla redazione di Canale Energia

Un polimero resistente, facile da produrre e poco costoso che consenta di immagazzinare energia nei materiali più disparati, dai vestiti al parabrezza dell’automobile. È l’ultima scoperta di un gruppo di ricercatori del MIT di Boston guidati dal Prof. Jeffrey Grossman. Il film polimerico trasparente, che si può apporre su diverse superfici, è composto da una molecola in grado di assumere idue configurazioni: quella di carica in presenza di energia solare (che può durare a lungo) e quella di riposo. In questo modo la macromolecola immagazzina energia solare nelle ore diurne e la rilascia sotto forma di calore.

Per cambiare la configurazione molecolare del film e migliorarne alcune proprietà, come la densità di energia, i ricercatori stanno lavorando sull’utilizzo degli azobenzeni. Inoltre, sono all’opera per migliorarne la trasparenza (il film si presenta con una sfumatura sul giallo) e per aumentare la temperatura circostante fino a 20°C (al momento circa la metà).

 

Fonte: Canale Energia

Data: Gennaio 2016

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
solaretecnologia

Articoli correlati

Indipendenza dai combustibili fossili? La Scozia punta all’energia verde

La leader scozzese Nicola Sturgeon ha lanciato un importante progetto di energia rinnovabile che utilizzerà le più potenti turbine eoliche

Entro il 2040, almeno il 40% della potenza mondiale arriverà dalle rinnovabili

L’esplosiva crescita delle energie rinnovabili nell’ultimo decennio ha scosso l’industria energetica. Mentre i costi del solare e dell’eolico continuano a diminuire

Envirofit, come le cucine ad alta efficienza possono aiutare chi non ha accesso all’energia

Risparmio, efficienza e migliore qualità della vita. Sono questi gli obiettivi di Envirofit, realtà americana, che ha deciso di sviluppare