Energie rinnovabili: Stati Uniti al 100% entro il 2050?

Energie rinnovabili: Stati Uniti al 100% entro il 2050?

L’intero territorio degli Stati Uniti potrà essere alimentato esclusivamente da fonti rinnovabili entro il 2050. A rivelarlo è uno studio dell’Università di Stanford, che ha analizzato la situazione energetica di ciascuno dei 50 Stati a stelle e strisce. Sulla base dei dati raccolti i ricercatori hanno poi creato un piano ad hoc per la svolta “verde”, in modo che sia economicamente sostenibile e basato sull’uso di tecnologie già esistenti. L’obiettivo: eliminare le emissioni di gas a effetto serra derivanti dai combustibili fossili.

Gli esperti del The Solution Project – questo il nome dello studio – hanno preso in esame gli attuali consumi e il mix energetico di ogni nazione e le specificità dei vari territori, dal Maine alla California. Per fare questo sono stati presi in esame vari parametri, a cominciare dall’esposizione al sole e dal numero di tetti esposti a sud e non ombreggiati adatti a ospitare pannelli solari. La raccolta dati si è poi concentrata sulle mappe del vento per stabilire dove le turbine eoliche offshore fossero un’opzione. Per quanto riguarda altre fonti energetiche, i ricercatori hanno stabilito che il geotermico è praticabile a costi sostenibili solo in 13 Stati e che non c’è bisogno di nuove dighe per l’idroelettrico, ma solo di rendere più efficienti quelle già costruite.

L’elaborazione dei dati raccolti ha consentito infine la realizzazione di una mappa interattiva degli States che offre un profilo personalizzato per ogni nazione, dal mix energetico perfetto ai nuovi posti di lavoro, dai risparmi di spesa sanitaria a quelli in bolletta, dai tempi per il ritorno economico degli investimenti alle morti per inquinamento dell’aria evitabili.

Nel complesso, sottolineano gli esperti, la conversione al 100% di rinnovabili salverebbe 63mila vite all’anno, creerebbe decine o centinaia di nuovi posti di lavoro in ogni Stato e richiederebbe non più dello 0,5% del territorio da destinare a pannelli fotovoltaici o a turbine eoliche. Nello studio si afferma inoltre che questa soluzione “eliminerebbe le emissioni di gas a effetto serra derivanti dai combustibili fossili, che diversamente costerebbero al mondo 3.300 miliardi di dollari all’anno da qui al 2050”.

100StatiUniti_Stanford University

Fonte: La casa delle nuove energie

Data: Giugno 2015

Leggi l’articolo



Articoli correlati

Trivellazioni in Emilia: perché rischiare ancora?

Due settimane fa una delibera della Giunta regionale retta da Stefano Bonaccini ha revocato la sospensione per le trivellazioni in

Città soffocate dall’inquinamento dell’aria. OMS: +8% di inquinanti negli ultimi 5 anni

Secondo nuovi dati provenienti da più di 3 mila città e compilati dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), l’inquinamento dell’aria è

La sostanza dell’Accordo di Parigi

Testo di Valentino Piana, Sergio Castellari, Stefano Caserini, Gabriele Messori, Giacomo Grassi e Marina Vitullo Dopo anni di attesa e