I costi delle rinnovabili sono dimezzabili in 10 anni

I costi delle rinnovabili sono dimezzabili in 10 anni

Il costo di produrre energia da fonti verdi può essere dimezzato nel giro di 10 anni, favorendo il passaggio dalle fonti fossili a quelle ecosostenibili. Stando a un nuovo report di Irena, l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili, nel 2025 i costi medi di generazione elettrica da solare ed eolico possono ridursi tra il 26 e il 59%, in presenza dei “giusti quadri normativi e politici”.

In base allo studio “The power to change” diffuso in concomitanza con la Giornata mondiale del vento, i costi entro il 2025 possono diminuire del 26% per l’eolico a terra (onshore) e del 35% per l’eolico in mare (offshore), del 43% per il solare a concentrazione e del 59% per il fotovoltaico. Il costo medio globale dell’elettricità da fotovoltaico ed eolico onshore, si legge, nel 2025 sarà di 5-6 centesimi di dollaro per chilowattora.

Dal 2009, ricorda Irena, i prezzi dei pannelli fotovoltaici sono già diminuiti dell’80%, e quelli delle turbine eoliche tra il 30 e il 40%. “In anni recenti abbiamo già visto riduzioni drammatiche dei costi di solare ed eolico. Questo rapporto mostra che i prezzi continueranno a scendere, grazie a diversi driver tecnologici e di mercato”, afferma il direttore generale di Irena, Adnan Z. Amin.

Solare ed eolico sono già le fonti più economiche per nuove installazioni in molti mercati mondiali; l’ulteriore riduzione dei costi amplierà questo trend e spingerà il passaggio dalle fonti fossili alle rinnovabili”, evidenzia Amin, secondo cui i prezzi non costituiscono più una “barriera” alla svolta verso le energie green.

Irena_1

Fonte: Ansa

Data: Giugno 2016

Leggi l’articolo

Leggi il report Irena


Tags assigned to this article:
costirinnovabili

Articoli correlati

Bill Gates e il disinvestimento: davvero una falsa soluzione?

Bill Gates ha bollato il disinvestimento dai combustibili fossili come “una falsa soluzione” e ha accusato gli ambientalisti di fare

Le contromosse della Russia nella guerra fredda finanziaria

La caduta del prezzo del petrolio è stata rilevante anche a dicembre: il Brent è calato da 73,72 dollari al barile

Esternalità negative del petrolio: bisogna contare anche terrorismo e mafie?

Tra le varie esternalità negative delle fonti fossili, c’è un elemento molto sottovalutato ma con impatti particolarmente devastanti, perché riguarda