I rischi più sentiti nel 2016

I rischi più sentiti nel 2016

Dall’ambiente alla sicurezza internazionale fino all’imminente quarta rivoluzione industriale: il Global Risks Report 2016 del World Economic Forum individua i rischi più pressanti del 2016.

I rischi individuati nel rapporto sono sempre più interconnessi tra loro, si pensi ai mutamenti climatici, alle migrazioni involontarie e alla sicurezza internazionale, che hanno spesso impatti notevoli e imprevedibili.

La mancata mitigazione e il mancato adattamento al cambiamento climatico sono il rischio globale numero uno in termini di impatto, mentre il rischio più probabile è costituito dalle migrazioni involontarie su larga scala, che registrano quest’anno la più forte crescita in termini di impatto e di probabilità. Il rischio più pressante per le imprese del Nord America è costituito invece dagli attacchi informatici.

Una rappresentazione dei rischi globali 2016

The Global Risks Landscape 2016

Fonte: World Economic Forum

Una mappa delle interconnessioni tra i rischi globali nel 2016

Fonte: World Economic Forum

Fonte: World Economic Forum

I rischi maggiormente probabili nel 2016 in una prospettiva regionale

Fonte: World Economic Forum

Fonte: World Economic Forum

Una mappa delle diverse interconnessioni tra i trends dei rischi 2016

Fonte: World Economic Forum

Fonte: World Economic Forum

 

Fonte: World Economic Forum

Data: Gennaio 2016

Guarda l’infografica


Tags assigned to this article:
cambiamento climaticoinfografica

Articoli correlati

L’industria del petrolio e del gas ha sostenuto con milioni di dollari le campagne repubblicane

I milionari dei combustibili fossili hanno destinato collettivamente più di 100 milioni di dollari per sostenere gli sforzi dello scorso

Google Maps indicherà i tetti più adatti al fotovoltaico

Con Project Sunroof Big G sfrutta il servizio Maps per analizzare pro e contro di ogni casa qualora i proprietari

La storia dell’energia solare fin dal 4.000 a.C.

Raccogliere l’energia del sole è stata un’impresa a cui l’uomo ha guardato sin dall’inizio della civiltà. Dopotutto, il sole emette