Il nucleare britannico e il via libera al super-incentivo

Il nucleare britannico e il via libera al super-incentivo

La Commissione europea ha autorizzato i sussidi decisi dal Governo britannico per la nuova centrale nucleare di Hinkley Point. Sarà garantito che per 35 anni l’energia prodotta dall’impianto sia pagata circa il doppio del valore di mercato attuale, la differenza dei costi sarà coperta con i soldi di tutti consumatori.

Un progetto controverso quello voluto da Londra e contestato, oltre che dalle organizzazioni ambientaliste, anche da altri Stati membri a partire dall’Austria che ha già annunciato un ricorso alla Corte di Giustizia dell’Unione europea.

Fonte: Qualenergia.it

Data: Ottobre 2014

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
costinuclearesussidi

Articoli correlati

In Canada le rinnovabili creano più occupazione delle sabbie bituminose

In Canada tra il 2009 e il 2013, l’occupazione nel settore delle energie rinnovabili è aumentato del 37 per cento

La Shell ottiene il via libera per le trivellazioni nell’Oceano Artico

L’Amministrazione Obama ha approvato un programma di trivellazioni petrolifere nell’Artico presentato dalla multinazionale anglo-olandese Shell. L’area di lavoro si trova

Lo scorso anno, in Germania, le energie rinnovabili hanno superato la capacità dei combustibili fossili

Nel rapporto annuale di monitoraggio, la Bundesnetzagentur e il Bundeskartellamt hanno analizzato i dati per il 2017. Alla fine dello