In funzione il primo parco eolico offshore americano

In funzione il primo parco eolico offshore americano

Il 12 dicembre scorso ha debuttato il primo parco eolico offshore americano, il Rhode Island Block Island, nell’oceano Atlantico. Fino ad ora, tutta l’energia eolica degli Stati Uniti è stata prodotta a terra.

5 turbine da 30 megawatt

Il parco eolico realizzato al largo di Rhode Island è stato sviluppato da Deepwater Wind e ha visto la costruzione di cinque turbine da 30 megawatt, prodotte in Francia e trasportate sul posto. L’impianto genererà energia sufficiente a illuminare 17.000 abitazioni.

L’isola-stato “è orgogliosa di essere sede del primo parco eolico offshore della nazione. E sono orgogliosa di essere l’unico governatore in America che può dire che abbiamo messo l’acciaio nell’acqua e pale rotanti sull’oceano – ha detto il Governatore di Rhode Island, Gina M. Raimondo. – Come Ocean State, siamo motivati dalla nostra comune convinzione che abbiamo bisogno di produrre e consumare energia più pulita, più sostenibile e lasciare ai nostri figli un pianeta più sano”.

Dopo le fasi di messa in servizio e di collaudo, a inizio mese l’impianto ha iniziato a produrre energia elettrica sufficiente per l’intera isola, alimentando con l’energia in eccesso anche la rete del New England a cui l’impianto è collegato attraverso un nuovo sistema di cavo di trasmissione sottomarino sea2shore di National Grid.

Un’opportunità per il lavoro e l’innovazione

Due anni di lavoro conclusi in-time e on-budget, più di 300 lavoratori locali impiegati. Una grande opportunità per la comunità locale e che dà fiato all’industria dell’isola che ha colto questa occasione per crescere, come ha sottolineato lo stesso Governatore: “questa è anche una grande opportunità economica. Con questo progetto, abbiamo messo centinaia dei nostri operai a lavorare in mare e nei nostri porti e stanno facendo crescere un settore innovativo”.

Fonte: Lifegate

Data: Gennaio 2017

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
eolicopolitiche energeticheStati Uniti

Articoli correlati

L’Italia delle start up cresce nell’energia

Riportiamo l’articolo apparso su Canale Energia “La bi-direzionalità è l’innovazione più profonda che il mercato energetico sta attraversando. Lo sviluppo

In Gran Bretagna i leader concordano lo stop alle centrali a carbone. In Italia si tratta su Vado Ligure…

Molte sono le notizie provenienti da altri Paesi che da noi passano sotto silenzio. Nei giorni scorsi, i media italiani

Glasgow, prima università d’Europa ad abbandonare gli investimenti nelle fossili

L’Università di Glasgow è diventata la prima istituzione accademica in tutta Europa a dire no agli investimenti nell’industria dei combustibili fossili.