Irena elogia la Cina per le rinnovabili

Irena elogia la Cina per le rinnovabili

La Cina è attualmente il più grande mercato per le energie rinnovabili e ha il potenziale per una maggiore crescita nel settore, secondo il capo dell’organizzazione internazionale che incoraggia l’uso di energia eco-compatibile.

Adnan Amin, direttore generale dell’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), ha recentemente parlato con Nikkei in vista della sua prevista visita in Giappone.

“Posso assicurare che la Cina si sta impegnando fortemente sulle energie rinnovabili“, ha detto. La seconda più grande economia del mondo prevede di investire 360 miliardi di dollari nel settore entro il 2020, ha detto, e si aspetta che lo sforzo avrà un impatto significativo sul mercato energetico globale.

L’inquinamento nelle megalopoli cinesi è un fattore chiave per il passaggio dei cinesi alle energie rinnovabili“, ha affermato commentando il contesto in cui si situano gli sforzi della Cina. Ha accolto con favore la situazione in cui “anche le politiche cinesi si stanno muovendo in modo decisivo e favorevole in termini di energie rinnovabili” per contrastare il problema.

In contrasto con la Cina, “i paesi dell’ASEAN hanno iniziato lentamente (con l’introduzione di energie rinnovabili) ma stanno recuperando terreno”. Amin ha sollevato l’esempio della Tailandia, dove “È possibile si raggiunga il 30% di rinnovabili nei prossimi anni”. Ha anche menzionato il Vietnam come uno dei paesi in rapido movimento.

Fonte: Asian Nikkei Review

Data: Aprile 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
Cinapolitiche energeticherinnovabili

Articoli correlati

Quando il mondo passerà alle rinnovabili, finiranno le guerre per l’energia

Sia per l’Italia che per l’Europa, oggi, uno dei temi più drammatici è quello dei veri e propri “viaggi della

In Gran Bretagna i leader concordano lo stop alle centrali a carbone. In Italia si tratta su Vado Ligure…

Molte sono le notizie provenienti da altri Paesi che da noi passano sotto silenzio. Nei giorni scorsi, i media italiani

Obama: “Riduzione delle emissioni nocive del 32 per cento entro il 2030”

Nella lotta ai cambiamenti climatici gli Stati Uniti devono dare il buon esempio, e sfidare il mondo a fare altrettanto.