La carbon tax può essere una buona soluzione per Cina e Usa?

La carbon tax può essere una buona soluzione per Cina e Usa?

Scritto da Antung Antonio Liu, un ricercatore presso Resources for the Future di Washington DC, e attualmente assistente professore presso Cheung Kong Graduate School of Business di Pechino, questo lavoro offre una visione non convenzionale su come l’imposizione di una carbon tax può arrecare benefici all’economia.

Secondo Liu, la cui ricerca si concentra sulle politiche legate ai cambiamenti climatici e al processo di sviluppo in Cina, l’argomentazione tipica che la carbon tax fa male all’economia suona più o meno così: il controllo del carbonio innalza il prezzo dell’energia. Gli aumenti dei prezzi dell’energia saranno negativi per il settore energetico, con un aumento del costo del lavoro e dei prezzi a livello generale dell’economia. Aumenti dei prezzi di energia si rifletteranno negativamente sia sulle imprese sia sui consumatori. In Cina, alcuni ritengono che il costo economico sarà infatti superiore al costo degli Stati Uniti, dal momento che la Cina si basa di più sull’industria pesante e ha un mix energetico a più alta intensità di carbonio.

Fonte: Paulson Institute

Data: Giugno 2015

Leggi l’articolo

Scarica il documento

 


Tags assigned to this article:
costiinquinamento

Articoli correlati

Il vero costo dell’energia: il motivo per cui le rinnovabili sono l’alternativa migliore

Le emissioni di gas serra connesse all’energia sono stabili per il secondo anno consecutivo: un fatto straordinario considerando che, nello

Petrolio e gas? No, grazie: investimenti troppo rischiosi

I combustibili fossili spaventano il fondo sovrano più grande al mondo. Il fondo sovrano norvegese Government Pension Fund Global (Gpfg),

Contro la povertà energetica è necessario investire su cultura e informazione

Pippo Ranci ha una lunga esperienza nel settore energetico, è stato presidente dell’Autorità per l’energia, l’attuale Autorità di regolazione per