La Cina soffoca per troppo smog. Chiuse le centrali a carbone

La Cina soffoca per troppo smog. Chiuse le centrali a carbone

Pechino, dove l’inquinamento in media è circa il doppio di quello nazionale, chiuderà l’ultima delle sue quattro grandi centrali elettriche a carbone entro il prossimo anno.

La capitale cinese farà cessare l’impianto di proprietà di China Huaneng Group. Una centrale da 845 megawatt di potenza, dopo che la settimana scorsa era stata comunicata la chiusura di due siti di proprietà di Guohua Electric Power Corp. e Pechino Energy Investment Holding.

Gli impianti saranno sostituiti da quattro stazioni a gas con una capacità di fornire elettricità per oltre il doppio della capacità assicurata dalle centrali a carbone. Una volta completato il programma di chiusura e riattivazione, l’energia della città sarà interamente “pulita”.

Circa il 90% delle 161 città cinesi, la cui qualità dell’aria è stata monitorata nel 2014, non è riuscito a soddisfare gli standard ufficiali, secondo un rapporto dell’ufficio nazionale di statistica cinese.

Il livello di PM2.5, le micro particelle che costituiscono il principale rischio per la salute umana, a Pechino è in media di 85,9 microgrammi per metro cubo, rispetto allo standard nazionale di 35.

Pechino prevede di tagliare il consumo di carbone annuo fino a 13 milioni di tonnellate entro il 2017, rispetto al 2012, nel tentativo di ridurre drasticamente la concentrazione di inquinanti. La città ha anche lo scopo di adottare altre misure, come la chiusura di imprese inquinanti, abbattendo la capacità di produzione di cemento, come riporta una nota diffusa dall’Ufficio comunale per Protezione Ambientale.

Fonte: Teleborsa

Data: Marzo 2015

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
carboneemissioniinquinamento

Articoli correlati

La Norvegia scommette un miliardo di euro sulle autostrade per biciclette

La Norvegia sfida freddo, neve e le lunghe notti invernali puntando sulle due ruote e lanciando – prima al mondo

“Febbraio è stato il mese più caldo”: l’allarme degli scienziati

Un record negativo che batte i precedenti. Febbraio è stato il mese più caldo di sempre: secondo i dati diffusi

Il vetro diventa flessibile e produce elettricità

Ultima innovazione in termini di tecnologie che sfruttano le fonti rinnovabili è il vetro fotovoltaico. Grazie a una speciale tecnologia