La francese EDF lancia un piano solare da 30 gigawatt

La francese EDF lancia un piano solare da 30 gigawatt

Il colosso dell’energia francese, EDF, ha annunciato un piano di energia solare da 30 gigawatt che dovrebbe essere sviluppato esclusivamente in Francia.

Il Ceo, Jean-Bernard Lévy, ha dichiarato in un comunicato stampa che il piano sarà implementato tra il 2020 e il 2035 dalla divisione che si occupa di energie rinnovabili di EDF, la EDF Energies Nouvelles. Tutta la nuova capacità pulita annunciata nel piano verrà implementata in Francia, ha detto la società, e si andrà ad aggiungere ai progetti attualmente in fase di sviluppo nei mercati esteri.

Lévy ha sottolineato che 30 GW costituiscono una capacità quattro volte maggiore rispetto all’attuale potenza fotovoltaica cumulativa installata in Francia, che ad oggi ammonta a circa 7,7 GW.

La società ha detto che ora mobiliterà tutte le sue risorse per attuare il piano e che coopererà con le autorità pubbliche locali per identificare i luoghi utili allo sviluppo dei suoi progetti solari su larga scala che dovrebbero trovare spazio vicino a centrali nucleari, nelle aree industriali dismesse e riconvertite o in siti dismessi. Il piano prevede anche lo sviluppo di impianti solari galleggianti in siti idroelettrici.

“Il Solar Power Plan è di una scala senza pari e segna un vero punto di svolta nello sviluppo della capacità di energia solare di EDF”, ha sottolineato Lévy.

Fonte: Pv-Magazine

Data: Gennaio 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
Franciarinnovabilisolare

Articoli correlati

Incidente a centrale nucleare in Ucraina sudorientale

Incidente a una centrale nucleare in Ucraina, venerdì 28 novembre, ma senza alcuna fuoriuscita di materiale radiottivo. Ne ha dato

La Svezia raggiunge gli obiettivi rinnovabili del 2030 con 12 anni di anticipo

La Svezia, tenendo conto del numero di turbine eoliche già costruite e gli investimenti previsti per il resto dell’anno, raggiungerà

Cosa prevede il nuovo accordo europeo sulle energie rinnovabili al 2030

È stato raggiunto l’accordo europeo tra Parlamento europeo, Commissione europea e Consiglio europeo su quella che la sarà la transizione