L’efficienza energetica in Italia vale quasi 7 miliardi di euro di investimenti nel 2017

L’efficienza energetica in Italia vale quasi 7 miliardi di euro di investimenti nel 2017

Il 2017 è stato un anno di grande fermento in Italia per il settore dell’efficienza energetica che, dopo anni di stallo, si è finalmente avviato su un sentiero di crescita consolidata. Gli investimenti sono arrivati a quota 6,7 miliardi di euro, con un trend che da cinque anni continua a mantenersi positivo: +10 per cento rispetto al 2016. Un andamento che secondo gli operatori si manterrà anche nel 2018. È quanto emerge dall’ultimo Energy efficiency report 2018 presentato dall’Energy&Strategy Group della School of management del Politecnico di Milano che ha coinvolto 191 imprese industriali e le principali associazioni di categoria.

Il cambio di passo dell’efficienza energetica

Il settore dell’efficienza energetica, sempre considerato il “fratello minore” delle rinnovabili, è finalmente cresciuto di livello raggiungendo la piena maturità. Lo scorso anno si è registrato un elevato numero di acquisizioni e operazioni di partnership strategiche che hanno ridisegnato il perimetro di attività delle grandi utilities e cambiato decisamente il panorama italiano delle energy services company, cioè le Esco. Le Esco certificate sono aumentate del 30 per cento con circa 10mila addetti (+34 per cento). Complessivamente i numeri delle Esco nel corso dell’ultimo anno sono cresciuti più che nell’intero periodo 2012-2016: segno inequivocabile di un cambio di marcia.

Gli interventi di efficienza energetica

A guidare la classifica degli investimenti è il settore home&building con il 65 per cento del totale seguito dal 33 per cento del comparto industriale, circa 2,2 miliardi di euro, e dalla pubblica amministrazione, buona ultima, che cuba appena il 2 per cento. Cresce l’interesse verso gli interventi che coinvolgono l’involucro e i sistemi di condizionamento estivo e invernale a dispetto dei fattori di risparmio dell’energia elettrica.

I 6,7 miliardi di euro di investimenti in efficienza energetica hanno interessato diverse soluzioni e tecnologie. Prime tra tutte le pompe di calore, che da sole valgono il 21 per cento del mercato (ne sono state installate circa 500.000), seguite da sistemi di illuminazione efficiente (18 per cento degli investimenti), superfici opache (16 per cento del mercato) e impianti di cogenerazione, che pesano per il 9 per cento con l’installazione di circa 450-500 megawatt.

Fonte: Lifegate

Data: Luglio 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
efficienzaItaliapolitiche energetiche

Articoli correlati

Una nuova turbina eolica super silenziosa

Dalla redazione di Canale Energia, articolo scritto da Rocco Gerace. Il futuro dell’energia rinnovabile potrebbe subire una ventata di rinnovamento,

Usa: la storica Route 66 potrebbe diventare fotovoltaica

Sfruttare l’enorme superficie delle autostrade per produrre energia solare: è un’idea che da qualche anno, grazie ai progressi tecnologici nel

Quest’anno l’“earth overshoot day” è il 13 agosto

Secondo i dati del Global Footprint Network, un centro studi internazionale sulla sostenibilità con uffici in Europa, Asia e Nord