Shell mette in allarme i produttori di petrolio sui rischi d’impresa legati al cambiamento climatico

Shell mette in allarme i produttori di petrolio sui rischi d’impresa legati al cambiamento climatico

Gigante petrolifero Shell ha pubblicato il 12 marzo scorso il suo rapporto strategico del 2014, con il quale avverte altri investitori attivi nel settore petrolifero che la formulazione di normative sempre più stringenti per contrastare il cambiamento climatico si tradurrà in ritardi di sviluppo di progetti e in un aumento di costi per le compagnie petrolifere. Questa situazione richiederà ai grandi produttori di petrolio di adottare misure idonee per ridurre le loro emissioni di CO2, se si vuole evitare un calo della domanda di petrolio e di gas. Il rapporto elenca tra le soluzioni la cattura e lo stoccaggio dell’anidride carbonica (CCS – Carbon Capture and Storage) con i prezzi di carbonio come strumento chiave per combattere il cambiamento climatico.

Fonte: Bellona.org

Data: Marzo 2015

Leggi l’articolo in inglese


Tags assigned to this article:
cambiamento climaticopetrolio

Articoli correlati

Il vetro diventa flessibile e produce elettricità

Ultima innovazione in termini di tecnologie che sfruttano le fonti rinnovabili è il vetro fotovoltaico. Grazie a una speciale tecnologia

2014: l’anno più caldo della Terra

Nel 2014, gli indicatori essenziali del cambiamento climatico della Terra hanno continuato a riflettere le tendenze di un pianeta che

Gli incentivi alle fonti fossili e il botta e risposta tra le parti

Riportiamo due articoli rispettivamente di Francesco Ferrante “Gli incentivi, il caro-energia e i ‘fatti dalla testa dura’” pubblicato su QualEnergia.it