Si può alimentare un business al 100% con energia rinnovabile?

Si può alimentare un business al 100% con energia rinnovabile?

Nel 2012, Ikea aveva fatto notizia per il suo impegno ad alimentare i suoi negozi completamente con energie rinnovabili entro il 2020. La scorsa settimana, HP, un’azienda IT multinazionale statunitense, ha preso lo stesso impegno, promettendo di passare completamente alle fonti rinnovabili entro il 2020. Il fatto che sia Ikea sia HP stiano ponendosi lo stesso traguardo rispetto alle energie rinnovabili, al di là del fatto che i loro impegni sono stati presi a distanza di quattro anni, mostra gli straordinari cambiamenti sulla produzione di energia da fonti rinnovabili. Quando Ikea ha fatto la sua promessa era in procinto di installare propri impianti di produzione di energia elettrica. Quattro anni più tardi, HP si propone numerose altre opzioni.

Ci sono moltissime altre società che stanno salendo sul carro delle rinnovabili. Come parte del suo impegno, HP ha firmato per la campagna RE100, unendosi ad aziende come Google, Starbucks, Novo Nordisk e Goldman Sachs. RE100 è stata lanciata meno di due anni fa da un gruppo di imprese e organizzazioni non profit, ma, secondo un rapporto pubblicato il mese scorso, le aziende partecipanti hanno, in media, per metà del loro consumo di energia, già completato la loro transizione a fonti rinnovabili e diverse tra loro hanno raggiunto il loro traguardo.

Per le aziende che cercano di accelerare il passaggio all’energia rinnovabile, questo è un momento cruciale. Il calo costante dei prezzi delle energie rinnovabili – il solare da solo è sceso oltre il 50% dal 2008 – sta a significare che le rinnovabili sono una strategia sempre più ovvia e comune per la sostenibilità aziendale. Diverse aziende hanno cominciato a comprenderne i benefici finanziari: basarsi su fonti rinnovabili significa poter preoccuparsi meno rispetto alla tipologia di instabilità dei prezzi dell’energia che si può creare nei mercati dei combustibili fossili, un effetto dicono che potrà solo crescere, come il settore delle rinnovabili diventa maturo.

“Vediamo questo come un piccolo segreto “verde” di un business sostenibile,” dice Kevin Rabinovitch, direttore globale della sostenibilità a Mars, Inc. “Preservare il clima può anche far risparmiare denaro”.

In modi differenti, tuttavia, i legislatori, i regolatori e le utility non sono stati rapiti dal desiderio delle aziende di sostenibilità. Nonostante i prezzi siano andati migliorando, secondo un rapporto redatto da Ceres, un’azienda non profit, le regole locali e le limitazioni di approvvigionamento non rendono possibile acquistare facilmente energia rinnovabile allo stesso costo dell’energia convenzionale in tutte le aree geografiche. Inoltre, alcuni paesi e stati degli Stati Uniti sono stati contraddittori nel loro sostegno alle rinnovabili, rendendo il risultato meno prevedibile.

Fonte: The Guardian

Data: Aprile 2016

Leggi l’articolo in inglese



Articoli correlati

Dalle sabbie bituminose all’eolico offshore: il salto di un gigante del petrolio

La norvegese Statoil, compagnia che opera nel settore del petrolio e del gas, negli ultimi giorni del 2016 ha messo

Cosa è successo dopo il discorso inaugurale di Donald Trump

Il vincitore delle elezioni presidenziali dell’8 novembre 2016, Donald J. Trump, ha giurato da 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America,

“Il Polo Nord? Potrebbe svanire già entro quest’anno”

Sembra l’inizio di un film catastrofico: un acclamato docente dell’Università di Cambridge, il professor Peter Wadhams, studia da anni i