Stati Uniti e Cina insieme per limitare il cambiamento climatico

Stati Uniti e Cina insieme per limitare il cambiamento climatico

Negli ultimi tre anni, il cambiamento climatico è diventato un tema portante nelle relazioni bilaterali Stati Uniti-Cina. Entrambi i Paesi hanno adottato misure importanti per favorire l’edilizia verde, abbassare le emissioni di carbonio e rendere le proprie economie resilenti ai cambiamenti climatici, stimolando una azione globale per combattere il cambiamento climatico giunta al culmine con l’accordo di Parigi dello scorso dicembre. Con il loro annuncio congiunto nel mese di novembre 2014 su alcune azioni per il clima molto ambiziose, il Presidente Barack Obama e il Presidente Xi Jinping hanno cercato di dare l’esempio così che, un anno dopo, al momento dell’apertura della Conferenza di Parigi, alcuni dei 186 Paesi avevano a loro volta già presentato azioni per il clima. Nel settembre 2015, i due leader hanno delineato una visione comune sull’esito della Cop21 di Parigi in occasione della visita di Stato a Washington del Presidente Xi e hanno anche annunciato importanti misure di politica interna ed iniziative di cooperazione per combattere il cambiamento climatico, così come avevano portato avanti notevoli progressi in tema di finanza legata al clima. A Parigi, Stati Uniti e Cina, lavorando insieme e con altri Paesi, hanno svolto un ruolo fondamentale per la sottoscrizione di quello che è uno storico ed ambizioso accordo sul cambiamento climatico globale.

Il 31 marzo scorso, i due Presidenti hanno annunciato un altro significativo passo avanti nei loro sforzi congiunti in fatto di clima. Gli Stati Uniti e la Cina firmeranno l’accordo di Parigi il 22 aprile e avvieranno le rispettive misure nazionali per aderire all’accordo il più presto possibile, già quest’anno. In questo modo, vogliono incoraggiare le altre parti della United Nations Framework Convention on Climate Change a fare lo stesso, in modo da rendere vincolante l’accordo di Parigi il prima possibile. I Presidenti hanno sottolineato ulteriormente il loro impegno a lavorare insieme e con gli altri per promuovere la piena attuazione dell’accordo di Parigi e vincere la lotta contro il clima.

I Presidenti riconoscono che l’accordo di Parigi segna un impegno globale per affrontare il cambiamento climatico e costituisce un forte segnale della necessità di una rapida transizione ad un basso tenore di carbonio e verso economie resilenti ai cambiamenti climatici. A questo proposito, i Presidenti si sono anche impegnati a lavorare bilateralmente e con gli altri Paesi per arrivare a buoni risultati già quest’anno, nelle relative sedi multilaterali, anche per quanto riguarda l’emendamento HFC nell’ambito del Montreal Protocol ai sensi della Dubai Pathway e su una valutazione di mercato globale per affrontare le emissioni di gas serra nel settore dell’aviazione internazionale alla International Civil Aviation Organization Assembly. Per accelerare l’innovazione su energia pulita e distribuzione, Usa e Cina lavoreranno insieme per realizzare gli obiettivi dell’iniziativa Mission Innovation annunciata in occasione della conferenza di Parigi e portare avanti il lavoro del Clean Energy Ministerial. Essi inoltre confidano in una buona riuscita del vertice G-20 a Hangzhou programmato a settembre di quest’anno, includendo importanti risultati in tema di clima ed energia pulita, e invitano i Paesi del G-20 ad impegnarsi in modo costruttivo nella cooperazione internazionale su energia e cambiamento climatico. Essi inoltre continueranno ad approfondire e ampliare la cooperazione bilaterale Stati Uniti-Cina attraverso il Climate Change Working, il Clean Energy Research Center e altre iniziative.

Fonte: The White House

Data: Aprile 2016

Leggi l’articolo in inglese


Tags assigned to this article:
cambiamento climaticoCinaCOP21Stati Uniti

Articoli correlati

Le compagnie petrolifere stanno perdendo il controllo sul settore dell’auto

Mentre gli Stati Uniti gioiscono delle ricchezze provenienti dai pozzi di fracking, la rivoluzione nel settore dell’energia pulita sta facendo

Dalle ceneri di Chernobyl nasce una centrale solare

A Chernobyl è in via di costruzione la prima centrale solare fotovoltaica. Un impianto per la produzione di energia pulita

Auto elettriche: un 2015 in netta crescita per le vendite mondiali

Oltre mezzo milione di auto elettriche e altri veicoli plug-in sono stati venduti nel 2015 in tutto il mondo. Le