Sviluppo delle rinnovabili in Egitto: un’opportunità per l’industria italiana di settore

Sviluppo delle rinnovabili in Egitto: un’opportunità per l’industria italiana di settore

Investimenti previsti per oltre 10 miliardi di dollari grazie all’obiettivo al 2020 del governo egiziano di produrre almeno il 20% di energia elettrica con sole e vento, è quanto è emerso durante la conferenza internazionale di RES4MED a Roma.

L’Egitto attraversa una fase di transizione politica e sociale aggravata da persistenti crisi energetiche. La rapida crescita dei consumi di energia – un mercato interno di quasi 90 milioni di consumatori, caratterizzato nell’ultimo decennio da un tasso di crescita annuo della domanda elettrica pari al 7% – ha creato una pressione insostenibile sui conti pubblici, portando il governo egiziano a riconsiderare le politiche di sussidio ai prezzi energetici.

Per rispondere alla cronica carenza di elettricità e alle previsioni di crescita dei consumi elettrici, stando alle stime presentate al convegno, il Paese avrebbe bisogno di installare una capacità addizionale di generazione di 13 GW in soli 5 anni, non potendo più contare, come in passato, sul gas naturale e sui prodotti petroliferi, a causa del calo della produzione domestica di petrolio e di gas e per la diminuzione delle importazioni.

I responsabili della politica energetica egiziana intervenuti hanno presentato il piano di sviluppo delle energie rinnovabili, che prevede numerosi meccanismi volti ad attirare gli investimenti, stimati in almeno 10 miliardi di dollari al 2020; in particolare è stato illustrato in dettaglio un piano di tariffe incentivanti – feed-in tariff – recentemente introdotte per favorire l’installazione di almeno 2,3 GW di energia solare e 2 GW di eolico entro il 2017, per centrare l’obiettivo al 2020 del governo egiziano di produrre almeno il 20% di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Investitori, banche e fornitori di tecnologie hanno discusso nelle diverse sessioni le prospettive future, le sfide e le opportunità per gli investimenti nel settore; sono stati altresì affrontati i temi dell’integrazione nei sistemi elettrici regionali, dei meccanismi di aste e tariffe, degli ostacoli per la bancabilità ed il finanziamento dei progetti e del ruolo dei fornitori di tecnologie per aumentare la competitività delle rinnovabili in Egitto. Considerata l’apertura del governo egiziano al ruolo degli investitori stranieri del settore privato, tutti hanno confermato l’attenzione riservata al Paese nei prossimi anni.

Durante la conferenza è stata presentata la “Coalition for Action” di IRENA, un’iniziativa nata per “sfatare i miti” che ancora penalizzano le energie rinnovabili. Christian Kjaer ha presentato alcuni “fatti” che dimostrano l’infondatezza di alcuni fattori percepiti nel contesto egiziano, relativi alla competitività economica, all’affidabilità ed alla maturità delle tecnologie rinnovabili. Enel Green Power e RES4MED sono tra i membri fondatori della Coalition.

Leggi il comunicato stampa

Scarica le presentazioni


Tags assigned to this article:
investimentirinnovabili

Articoli correlati

Per un lavoro scommetti sul green

La crescita del settore energetico non si ferma. E le opportunità di lavoro si fanno largo, in Italia e all’estero. È

Le emissioni inquinanti stanno mettendo in pericolo le specie animali

Il riscaldamento globale sta causando ingenti danni alle foreste boreali della Siberia e del Canada, effetti disastrosi per le barriere

100 modi per dire energia in italiano

La sfida dei mutamenti climatici che convoca a Parigi, per la Cop21, il mondo intero, non è solo una sfida