Trasporti a zero emissioni entro il 2021: la sfida al mondo di un piccolo Paese

Trasporti a zero emissioni entro il 2021: la sfida al mondo di un piccolo Paese

La Costa Rica si candida a diventare il primo Paese al mondo completamente decarbonizzato. Il nuovo Presidente, Carlos Alvarado, 38 anni, ex giornalista, durante il suo insediamento ha annunciato un piano per vietare i combustibili fossili. Un programma costruito a tappe e che sarà avviato a partire dal settore dei trasporti.

Costa Rica, un Paese abituato a pensare sostenibile

La Costa Rica è un Paese molto attento all’energia pulita e ai temi ambientali. Oltre il 99 per cento dell’energia elettrica del Paese viene generato utilizzando fonti di energia rinnovabile. L’anno scorso, nel 2017, dal 1° maggio e per ben 300 giorni, la produzione di energia è avvenuta senza utilizzare nemmeno una goccia di carburante ma ricorrendo soprattutto a idroelettrico, eolico e geotermico. Un punto di partenza da non sottovalutare. Prima tappa in questo viaggio verso la decarbonizzazione è quello di arrivare a festeggiare i 200 anni di Indipendenza dalla Spagna, nel 2021, togliendo benzina e diesel di origine fossile dai trasporti. Una sfida significativa e forse, secondo alcuni esperti, irraggiungibile nel breve periodo.

 

Fonte: Lifegate

Data: Giugno 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
politiche energeticherinnovabilitrasporti

Articoli correlati

L’energia sporca in Africa è un affare dei Paesi ricchi

Il 60 per cento circa degli aiuti pubblici che vengono destinati dai Paesi più ricchi a progetti energetici in Africa

Sostenibilità energetica: Italia bocciata

Italia nelle retrovie in tema di sostenibilità, anche da un punto di vista energetico. Una transizione troppo lenta alle fonti

Le diverse posizioni della Cgil rispetto al referendum sulle trivelle

Sono più di  400 le firme per sostenere l’appello a favore del referendum contro le trivelle il prossimo 17 aprile promosso da alcuni sindacalisti