Un rapporto nascosto dal governo britannico rivela che il fracking aumenta l’inquinamento atmosferico

Un rapporto nascosto dal governo britannico rivela che il fracking aumenta l’inquinamento atmosferico

Un rapporto tenuto nascosto per tre anni dal governo britannico e rilasciato solo quattro giorni dopo che i ministri hanno approvato il fracking nel Lancashire sostiene che l’estrazione di gas di scisto porti ad un aumento dell’inquinamento atmosferico.

Il rapporto, scritto dal Air Quality Expert Group (AQEG) del governo, è stato consegnato ai ministri nel 2015, ma è stato pubblicato senza alcuna pubblicità lo scorso 27 luglio. Il 24 luglio, l’ultimo giorno dell’anno parlamentare, è stato approvato il primo permesso per un nuovo regime di regolamentazione a Cuadrilla, compagnia impegnata nel settore del fracking.

Il segretario per l’ambiente ombra laburista, Sue Hayman, ha dichiarato: “La decisione di concedere una licenza a Cuadrilla deve essere urgentemente riconsiderata”.

“C’è un modello emergente, in cui gli annunci governativi poco amichevoli dal punto di vista ambientale vengono programmati in modo da anticipare i preoccupanti rapporti degli esperti”, ha detto Hayman. “La decisione sulla terza pista di Heathrow è stata presa alcuni giorni prima che la commissione per i cambiamenti climatici riferisse sul pericolo di emissioni di CO2”. Un governo laburista vieterebbe il fracking.

Fonte: The Guardian

Data: Settembre 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
Gran Bretagnainquinamentopolitiche energetiche

Articoli correlati

Smog, a Milano e a Roma parte il monitoraggio dei cittadini con lo smartphone

La Ue lancia il progetto Ispex: con un sensore sul telefonino chiunque può verificare i livelli di inquinamento. Le uniche

I vescovi: discutere sul referendum. Avvenire si schiera per il sì

Per qualcuno è una sorpresa, ma per Avvenire, il quotidiano della Conferenza episcopale, per spiegare la posizione della Chiesa italiana

La IEA parla ai giovani sul cambiamento climatico

L’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA) ha pubblicato un video per i giovani, la nostra prossima generazione di leader! Maria van der Hoeven, direttore