Perchè l’industria nucleare ha bisogno di $500/MWh

Perchè l’industria nucleare ha bisogno di $500/MWh

Il premier dell’Australia del Sud Jay Weatherill ha annunciato l’avvio di una “royal commission” nel settore dell’energia nucleare.

Weatherill sostiene che l’energia nucleare “non è una tecnologia economicamente sostenibile nel Sud dell’Australia, o addirittura per tutta la nazione”.

Per la maggior parte delle persone, i commenti di Weatherill sui costi dell’energia nucleare sono un’ovvietà, ma non per il fan club nucleare che appare completamente distaccato, perfino dall’industria nucleare.

Il contratto per la costruzione di Hinkley Point C – il primo reattore nucleare a essere costruito in Gran Bretagna dagli anni 80 – dimostra chiaramente la questione. Anche nel Regno Unito, con un’industria nucleare consolidata e tutte le infrastrutture costruite, la tecnologia nucleare è costosa. Hinklei Point C inizierà con una tariffa di £ 92,5/MWh ($ 180/MWh ) per arrivare a quasi il triplo nel corso dei decenni successivi.

Fonte: RenewEconomy

Data: Febbraio 2015

Leggi l’articolo in inglese

 


Tags assigned to this article:
nucleare

Articoli correlati

Vegetariano, vegano o “climatarian”?

Climatarian in italiano non si traduce. La nostra lingua, avida normalmente di termini presi in prestito dall’inglese, stavolta ha fatto

Dalle ceneri di Chernobyl nasce una centrale solare

A Chernobyl è in via di costruzione la prima centrale solare fotovoltaica. Un impianto per la produzione di energia pulita

Led sull’albero di Natale, record australiano

Anche le festività si fanno “sostenibili” e soprattutto “da record”. Nella capitale Canberra, infatti, l’australiano David Richards ha realizzato un