La fine dei combustibili fossili

I combustibili fossili, come suggerisce il nome, sono molto vecchi. I giacimenti di petrolio del Mare del Nord risalgono a circa 150 milioni di anni fa, mentre gran parte del carbone della Gran Bretagna ha cominciato a formarsi ben più di 300 milioni di anni fa.

Anche se gli esseri umani utilizzarono i combustibili fossili probabilmente fin dai tempi più antichi, a cominciare dall’età del ferro, è stata la rivoluzione industriale che ha portato alla loro estrazione su vasta scala.

E nel brevissimo periodo di tempo che intercorre da allora – poco più di 200 anni – ne abbiamo consumato una quantità incredibile, facendoli quasi sparire e per di più influenzando gravemente il clima.

I combustibili fossili sono incredibilmente ricchi di energia ed hanno impiegato milioni di anni per diventare così. Ma quando se ne vanno, se ne vanno praticamente per sempre.


Tags assigned to this article:
cambiamento climaticocombustibili fossilivideo

Articoli correlati

Querce e betulle: ecco gli alberi che abbattono l’effetto serra

Per fare un albero ci vuole un fiore. Ma se il fiore non è quello giusto e negli ultimi 200

Disastri naturali: 20 milioni di migranti nel 2014

Quasi 20 milioni di persone sono state costrette a fuggire dalle proprie case a seguito di inondazioni, tempeste e terremoti

I paesi che hanno scelto il 100% di energia rinnovabile

Mentre molti paesi lottano per passare alle energie rinnovabili, alcuni hanno già fatto il salto. Quindi, quali sono i paesi