La prima importante battaglia commerciale di Trump con la Cina potrebbe essere sui pannelli solari

La prima importante battaglia commerciale di Trump con la Cina potrebbe essere sui pannelli solari

Con il presidente Trump che promette di essere più duro sul commercio, i produttori americani di qualsiasi cosa sono preoccupati, da quelli che producono tubi di acciaio e fogli di alluminio a quelli delle lavatrici si sono esposti per chiedere a Washington protezione dai rivali stranieri.

Ma la prima grande battaglia commerciale di Mr. Trump potrebbe essere sui pannelli solari.

I principali produttori negli Stati Uniti e in Cina, così come numerose altre aziende che acquistano e usano pannelli solari, stanno preparando uno scontro che potrebbe iniziare già a inizio anno. La disputa sui pannelli solari arriva in un momento in cui i funzionari dell’amministrazione centrale hanno segnalato la loro intenzione di assumere una posizione commerciale molto più dura nei confronti della Cina, dove vengono realizzati molti pannelli solari.

L’industria dei pannelli solari potrebbe essere il primo test di Mr. Trump per capire se le sue severe parole nei confronti della Cina si tradurranno in significative misure commerciali e se tali spostamenti contribuiranno a dare forza alle imprese americane. Le fabbriche in Cina di pannelli solari rappresentano ormai oltre i due terzi della produzione mondiale, rispetto alla quota trascurabile che si registrava appena un decennio fa. Di fronte ad un’intensa competizione, più di una dozzina di società che si occupavano di solare negli Stati Uniti hanno chiuso le loro fabbriche negli ultimi sei anni.

La spinta della Cina a diventare un importante produttore di pannelli solari ha ridotto i prezzi globali di quasi il 90 percento negli ultimi dieci anni, aiutando gli sforzi internazionali per ridurre le emissioni di gas serra che riscaldano il pianeta.

Fonte: The New York Times

Data: Gennaio 2018

Leggi l’articolo


Tags assigned to this article:
industriasolareStati Uniti

Articoli correlati

Il futuro dei motori dopo il Dieselgate: meno gasolio e più auto elettriche

Delle ripercussioni del Dieselgate sulla Volkswagen si è già parlato molto. Il crollo delle azioni in Borsa del colosso di

Disastro ambientale in Brasile dopo l’esplosione di due dighe presso una miniera di ferro

Il disastro ambientale provocato dal crollo di due dighe presso una miniera di ferro nel sud est del Brasile, ha

La Svezia raggiunge gli obiettivi rinnovabili del 2030 con 12 anni di anticipo

La Svezia, tenendo conto del numero di turbine eoliche già costruite e gli investimenti previsti per il resto dell’anno, raggiungerà